CANT Z.511

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
CRDA CANT Z.511
Il CANT Z.511 visto di fronte
Il CANT Z.511 visto di fronte
Descrizione
Tipo idrovolante postale
Progettista Filippo Zappata
Costruttore Cantieri Riuniti dell'Adriatico, Cantiere Navale Triestino (C.R.D.A. CANT)
Data primo volo 19 ottobre 1940
Esemplari 2
Dimensioni e pesi
Lunghezza 28,50 m
Apertura alare 39,86 m
Altezza 11,00 m
Superficie alare 195
Peso a vuoto 20 692 kg
Peso carico 34 200 kg
Propulsione
Motore 4 Piaggio P.XII RC.35
Potenza 1 500 CV (1 120 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 424 km/h
Velocità di crociera 330 km/h
Autonomia 4 350 km
Tangenza 7 550 m

Dati tratti da "Italian Civil & Military Aircraft 1930-1945"[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il CANT Z.511 Idrogigante noto anche come CANT Z.511A era un idrovolante di linea, destinato alle rotte atlantiche da cui la A. Il più grande idrovolante a galleggianti mai costruito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Come il suo fratello minore Z.509, il Z.511 nasce dall'esigenza da parte della compagnia Ala Littoria di dotarsi di un idrovolante, questa volta quadrimotore, da utilizzare come aereo postale nella futura tratta transoceanica di collegamento con l'America meridionale. Il progetto fu affidato all'ingegnere Filippo Zappata.


Un CANT Z.511 al decollo

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

bandiera Regno d'Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ *(EN) Jonathan Thompson, Italian Civil & Military Aircraft 1930-1945, New York, Aero Publishers Inc, 1963, pp. 62-64, ISBN 0-8168-6500-0.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Evangelisti, Le Navi Aeree di Filippo Zappata, Sesto Fiorentino, Olimpia, 1996, ISBN 88-253-1603-8.
  • (EN) Jonathan Thompson, Italian Civil & Military Aircraft 1930-1945, New York, Aero Publishers Inc, 1963, pp. 62-64, ISBN 0-8168-6500-0.
  • (EN) CANT Z.511 in The Illustrated Encyclopedia of Aircraft, Part Work 1982-1985, 1985.

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]