CANT 10

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
CANT 10
Un CANT 10  della SISA a Portorose negli anni venti
Un CANT 10 della SISA a Portorose negli anni venti
Descrizione
Tipo idrovolante di linea
Equipaggio 1
Progettista Raffaele Conflenti
Costruttore Cantiere Navale Triestino
Data primo volo primavera 1925
Data entrata in servizio 1º aprile 1926
Esemplari 18 (tutte le versioni)
Dimensioni e pesi
Lunghezza 10,10 m
Apertura alare 13,10 m
Peso a vuoto 1 550 kg
Peso max al decollo 2 350 kg
Passeggeri 3
Propulsione
Motore Fiat A.12bis
Potenza 300 CV (221 kW)
Prestazioni
Velocità max 160 km/h
Velocità di crociera 140 km/h
Autonomia 595 km
Quota di servizio 4 200 m

dati relativi alla versione CANT 10 tratti da www.aerei-italiani [1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia
Un CANT 10 in fase di flottaggio.

Il CANT 10 era un idrovolante biplano a scafo centrale di linea, realizzato dall'italiano Cantiere Navale Triestino (CANT) negli anni venti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Basato su specifiche emesse nel 1924 dalla SISA, il nuovo aereo venne affidato al capoprogettista ingegner Raffaele Conflenti con l'obbiettivo di avere a disposizione un idrovolante sufficientemente capiente e veloce per utilizzarlo con successo sulle rotte commerciali di proprietà dei Fratelli Cosulich, di Trieste, gli stessi che avevano fondato la CANT.

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Civile[modifica | modifica sorgente]

Il progetto del CANT 10 era finalizzato a trasformare definitivamente il trasporto aereo civile, fino ad allora riservato alle merci ed a qualche facoltoso ed ardimentoso cliente, in un servizio di linea regolare di trasporto merci, postale e passeggeri. Il 1º aprile 1926 la Società Italiana Servizi Aerei (SISA), anch'essa di proprietà dei Fratelli Cosulich, riuscì ad inaugurare la prima aerolinea nazionale sulla rotta TriesteVeneziaPaviaTorino, con il progetto di un successivo impegno internazionale per raggiungere, via Genova, Barcellona, in Spagna.

Militare[modifica | modifica sorgente]

Dei 2 esemplari destinati al Paraguay, uno venne perso a causa di un incendio durante il viaggio; un CANT 10ter venne utilizzato dalla Aviación Naval Paraguaya come aeroambulanza tra il 1932 ed il 1935, durante il conflitto tra Bolivia e Paraguay per il controllo della regione del Gran Chaco, noto come Guerra del Chaco.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

10
versione iniziale motorizzata con il 6 cilindri in linea Fiat A.12bis da 300 CV (221 kW).
10ter
versione dotata di un motore Lorraine-Dietrich 12 Db da 400 CV (294 kW).
10ter2
versione dotata di un motore Isotta Fraschini Asso 500 da 500 CV (368 kW).
10 M
versione militarizzata del 10ter, indicata anche come 10 M.RI., realizzata in un esemplare.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Civili[modifica | modifica sorgente]

bandiera Regno d'Italia

Militari[modifica | modifica sorgente]

Paraguay Paraguay

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Aerei Italiani - Scheda Tecnica - Cant 10

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Taylor, Michael J. H. (1989). Jane's Encyclopedia of Aviation. London: Studio Editions, pag. 269.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]