C/2007 W1 Boattini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cometa
C/2007 W1 Boattini
Scoperta 20 novembre 2007
Scopritore Andrea Boattini
Parametri orbitali
(all'epoca 2454613,5
27 maggio 2008 [1])
Perielio 0,8497 UA
Inclinazione orbitale 9,890°
Eccentricità 1,00014
Longitudine del
nodo ascendente
334,530°
Argom. del perielio 306,547°
Ultimo perielio 24 giugno 2008
MOID da Terra 0,0177755 AU

Magnitudine ass.

12,1 (totale)
16,9 (del nucleo)

La cometa C/2007 W1 (Boattini) è stata scoperta il 20 novembre 2007 dall'astronomo italiano Andrea Boattini, col telescopio Cassegrain di 60 pollici (1,5 metri) installato sul monte Lemmon, in Arizona. È la prima cometa scoperta da Boattini. La scoperta è stata fatta nel corso del programma Mt. Lemmon Survey (MLS, codice G96) condotto dall'Osservatorio Steward. La cometa raggiungerà a metà giugno 2008 la sua massima luminosità, raggiungendo forse la visibilità ad occhio nudo (5,5a), per la sua posizione potrà essere vista solo dall'emisfero australe, dall'emisfero boreale sarà visibile con un buon binocolo solo nel successivo mese di luglio. La cometa potrebbe essere il corpo progenitore dello sciame meteorico delle Crateridi diurne.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) C/2007 W1 (Boattini)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare