C. J. Sansom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Christopher John Sansom (1952) è uno scrittore britannico di romanzi thriller.

Dopo una laurea in Storia presso la Birmingham University, intraprende la professione di avvocato nel Sussex, località in cui risiede. Scrive nel 2003 L'enigma del gallo nero, dopo il quale decide di abbandonare il proprio lavoro e di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura.

In seguito vengono pubblicati altri suoi romanzi, tutti ambientati nel XVI sec., che vedono come protagonista Matthew Shardlake, personaggio principale anche nel suo primo lavoro. Nei suoi romanzi Sansom riesce abilmente a mescolare persone e fatti inventati con personaggi ed avvenimenti storici.

I libri di Sansom sono stati pubblicati in Italia dalla casa editrice Sperling & Kupfer.

Matthew Shardlake[modifica | modifica wikitesto]

Matthew Shardlake è il personaggio principale dei libri di Sansom.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un contadino che coltivava un ampio appezzamento di terreno nel Lichfield, all'età di tre anni cominciò a curvarsi in avanti e verso destra e nessun apparecchio ortopedico fu in grado di correggere la sua deformità. A cinque anni era ormai gobbo, condizione che non lo ha più abbandonato. Ha sempre nutrito una grande gelosia nei confronti dei bambini, invidiando la loro libertà di correre e giocare, mentre lui non poteva far altro che camminare come un gambero ed essere per questo oggetto del loro scherno. Nel 1518, all'età di sedici anni, giunse a Londra per studiare alla facoltà di Legge degli Inns of Court. All'università e nell'alloggio dove si era sistemato, non tardò a trovare dei buoni amici. Verso la fine degli anni Venti, fu presentato al vicario generale del re Enrico VIII, Thomas Cromwell, il quale, colpito dalla sua bravura, cominciò a richiedere la sua assistenza legale a favore di quelli che godevano della sua protezione e in breve tempo Shardlake divenne uno dei suoi uomini di fiducia.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Matthew Shardlake porta al dito, in segno di lutto a causa della morte della sua amata, Kate, deceduta a causa della peste del 1534, un anello a forma di teschio da cui non si separa mai.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Serie di Matthew Shardlake[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 38748761 LCCN: n2003040741