C'è nessuno?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
C'è nessuno?
Titolo originale Hallo? Er det noen her?
Autore Jostein Gaarder
1ª ed. originale 1996
1ª ed. italiana 1997
Genere romanzo
Sottogenere filosofico
Lingua originale norvegese

C'è nessuno? è un romanzo filosofico di 120 pagine, scritto dallo scrittore norvegese Jostein Gaarder, pubblicato in Norvegia nel 1996 e in Italia nel 1997. Lo scopo del libro è quello di far capire ai più piccoli cos'è la filosofia e come è bello porsi domande, anche le più difficili. Il libro vuole infatti stimolare la curiosità dei ragazzi a capire che stupirsi in realtà vuol dire essersi abituati al mondo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Joakim è un ragazzo di otto anni che, in attesa della nascita di un nuovo fratellino, è rimasto da solo in casa. Affacciandosi alla finestra scorge un ragazzo appeso su un albero a testa in giù. In realtà questo non è un bambino, ma un alieno, con il nome di Mika, simile agli umani, telepatico, gentile e soprattutto curioso. I due, parlando, raccontano e si fanno domande sulle loro origini, ponendosi dilemmi, tra i quali: "Chi siamo?", "Da dove veniamo?", "Dove andiamo?".

Capitoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Il cielo
  • Il giardino
  • La casa
  • Il mare
  • L'uovo
  • La montagna
  • La notte
  • Il cappello

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Joakim: ragazzo di otto anni in attesa della nascita di un fratellino, è il protagonista del racconto.
  • Mika: è un 'bambino alieno' finito, per sbaglio, a testa in giù in un albero del giardino di Joakim.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]