Cătălina Ponor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cătălina Ponor
Catalina Ponor.jpg
Dati biografici
Nazionalità Romania Romania
Altezza 160 cm
Peso 51 kg
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Trave, Corpo Libero
Carriera
Nazionale
2002-2006
2011-2012
Romania Romania
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Oro Atene 2004 Squadre
Oro Atene 2004 Corpo libero
Oro Atene 2004 Trave
Argento Londra 2012 Corpo libero
Bronzo Londra 2012 Squadra
Gnome-emblem-web.svg  Mondiali
Argento Anaheim 2003 Squadre
Argento Anaheim 2003 Trave
Argento Anaheim 2003 CorpoLibero
Bronzo Melbourne 2005 Trave
Bronzo Stoccarda 2007 Squadre
Wikiproject Europe (small).svg  Europei
Oro Amsterdam 2004 CorpoLibero
Oro Amsterdam 2004 Squadre
Oro Amsterdam 2004 Trave
Oro Debrecen 2005 Trave
Oro Volo 2006 Trave
Oro Bruxelles 2012 Squadra
Oro Bruxelles 2012 Trave
Argento Volo 2006 Squadre
Argento Bruxelles 2012 Corpo libero
Bronzo Volo 2006 Corpo libero
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al maggio 2012

Cătălina Ponor (Costanza, 20 agosto 1987) è un'ex ginnasta rumena. Inizia ad allenarsi con la squadra nazionale nel 2002 e vince numerose medaglie. Sia ai Giochi Olimpici di Atene 2004 che ai Campionati Europei di Amsterdam vince tre medaglie d'oro: alla trave, al corpo libero e nel concorso a squadre. Dopo aver vinto la medaglia d'oro alla trave ai Campionati Europei 2006, Cătălina decide di ritirarsi a causa di un infortunio.

Nel dicembre 2007, a meno di un anno dalle Olimpiadi di Pechino, annuncia il suo ritiro dallo sport per motivi di salute. Torna ad allenarsi nel 2011 e partecipa ai Campionati Nazionali, dove vince la medaglia d'oro alla trave (insieme ad Ana Porgras) e al volteggio, l'argento al corpo libero.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002, all'età di 15 anni, viene scoperta grazie ad un video in cui si allena nella città di Costanza dagli allenatori della squadra rumena Octavian Belu e Mariana Britang. Si trasferisce a Deva, luogo in cui si svolgono gli allenamenti della Nazionale Rumena di ginnastica artistica. L'anno successivo, Cătălina viene scelta per far parte della squadra che parteciperà ai Campionati Mondiali di Anaheim, dove vince l'argento con la squadra rumena, alla trave e al corpo libero. Nel 2004 viene convocata per partecipare alle olimpiadi di Atene dove vince ben tre ori squadra, trave e corpo libero.

2004: Campionati Europei di Amsterdam[modifica | modifica sorgente]

La sua stagione agonistica inizia a marzo con la gara di Coppa del Mondo svoltasi a Cottbus, Germania. Con delle ottime prestazioni, 9.700 alla trave e 9.575 al corpo libero, si posiziona rispettivamente al primo e secondo posto. Successivamente, prende parte alla finale di Coppa del Mondo a Birmingham, Inghilterra dove vince una medaglia d'argento al corpo libero e un oro alla trave.

L'ultima importante gara prima delle Olimpiadi di Atene sono i Campionati Europei di Amsterdam. Qui, Catalina aiuta la squadra rumena a vincere il concorso a squadre. Nelle finali individuali, vince altre due medaglie d'oro: una alla trave (9.725) e una al corpo libero (9.637).

Olimpiadi di Atene 2004[modifica | modifica sorgente]

In agosto, Catalina compete alle Olimpiadi Estive di Atene, in Grecia. Contribuisce, con 9.412 al volteggio, 9.762 alla trave e 9.750 al corpo libero, alla vittoria della medaglia d'oro nel concorso generale a squadre. Nelle finali ad attrezzo, si posiziona al primo posto alla trave (9.787) e al corpo libero (9.750). "Sono molto felice delle mie medaglie. Oggi il mio sogno è diventato realtà. Voglio ringraziare i miei allenatori per il coraggio che mi hanno dato durante la competizione e per la preparazione. L'atmosfera è stata magnifica, unica."

La Ponor è la seconda ginnasta, dopo la rumena Daniela Silivaş (1988), ad aver vinto tre medaglie d'oro in un'unica Olimpiade.


Cătălina Ponor ai mondiali di Stoccarda 2007.

2012: Successo agli Europei di Bruxelles[modifica | modifica sorgente]

A maggio contribuisce a far vincere alla squadra rumena l'oro ai Campionati Europei di Bruxelles. Individualmente si qualifica per la finale al corpo libero e alla trave. Vince l'oro alla trave e l'argento al corpo libero, dietro alla connazionale e medaglia d'argento alla trave Larisa Iordache.

Il 24 luglio partecipa ad un quadrangolare con Italia, Francia e Germania. La nazionale rumena vince il concorso a squadre con un sorprendente 180.200, staccando la seconda classificata (Italia 169.450) di 10 punti circa.

Olimpiadi di Londra 2012[modifica | modifica sorgente]

Insieme alle connazionali Diana Bulimar, Sandra Izbașa, Diana Chelaru e Larisa Iordache entra a far parte della squadra olimpica che parteciperà ai Giochi della XXX Olimpiade.[1]

Il 29 luglio, con la giornata di qualificazione femminile, inizia la sua avventura olimpica. Compete in tutti e quattro gli attrezzi e contribuisce a far qualificare la squadra rumena al quarto posto, con un complessivo di 176.264, dietro la Cina terza classificata di qualche decimo (176.637).[2] Individualmente svolge dei buoni esercizi, alla trave (15.033) e al corpo libero (14.600) dove si qualifica per le finali rispettivamente all'ottavo e settimo posrto.

Il 31 luglio compete a volteggio e corpo libero per la finale a squadre. Con degli altissimi punteggi, 15.100 al volteggio e 15.200 al corpo libero, vince il bronzo insieme alla squadra rumena, che è presente sul podio olimpico dalle Olimpiadi di Montreal 1976.

Il 7 agosto partecipa alla finale alla trave e al corpo libero. Nel primo attrezzo ottiene un punteggio di 15.066 e si posiziona al terzo posto, davanti alla quarta classificata Aly Raisman. Ma i due coordinatori degli Stati Uniti, Márta e Béla Károlyi, chiedono il ricorso per un elemento di difficoltà non valutato alla statunitense e i giudici le attribuiscono un decimo in più. Con 15.066, la Raisman riesce a salire sul gradino più basso del podio, facendo scivolare Catalina al quarto posto.[3][4] Al corpo libero vince l'argento (15.200 punti), sempre dietro ad Alexandra Raisman.

Decide di ritirarsi subito dopo le Olimpiadi affermando di aver concluso la carriera senza alcun rimpianto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Olympic Teams (Complete!), The Couch Gymnast, 12 luglio 2012.
  2. ^ Overview Team All Around.
  3. ^ Raisman finally gets (tie) break, wins beam bronze, NBC.
  4. ^ Graduatoria – Olimpiadi Londra 2012 (Trave), Olimpiadi (Ufficiale).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]