Busiride

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Busiride era il nome di uno dei figli di Poseidone e Lisianassa.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Busiride, figlio del dio dei mari e fratello di Anteo, era uno dei più crudeli re dell'antico Egitto, che usava divertirsi, con la scusa della devozione al padre degli dèi, trovando ogni anno un forestiero da sacrificare a Zeus. Il divino non ha mai amato in realtà i sacrifici umani e suo figlio Eracle pose fine alla tirannia di Busiride uccidendolo.

Pareri secondari[modifica | modifica wikitesto]

Secondo alcuni autori Busiride era il padre di Anfidamante. Secondo altri fu un oracolo ad imporgli tale rituale annuale e solo quando incidentalmente fu preso Eracle come offerta sacrificale il suo regno finì. Il predecessore di Busiride fu Osiride che partì in un viaggio intorno al mondo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Moderna[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca