Burg Hohenzollern

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di Hohenzollern
Il Burg Hohenzollern, originale residenza dell'omonima famiglia
Il Burg Hohenzollern, originale residenza dell'omonima famiglia
Mappa di localizzazione: Germania
Ubicazione
Stato attuale Germania Germania
Land Baden-Württemberg Baden-Württemberg
Città Bisingen
Coordinate 48°19′23.5″N 8°58′03.8″E / 48.323194°N 8.967722°E48.323194; 8.967722Coordinate: 48°19′23.5″N 8°58′03.8″E / 48.323194°N 8.967722°E48.323194; 8.967722
Informazioni generali
Tipo Castello
Stile Gotico, Neogotico
Condizione attuale Aperto al pubblico
Sito web http://www.burg-hohenzollern.de/

[senza fonte]

voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Burg Hohenzollern è un castello tedesco, non lontano dalla città di Stoccarda, appartenuto e fatto costruire dalla nobile famiglia prussiana degli Hohenzollern, che visse qui dall'Alto Medioevo alla Prima guerra mondiale.

Il castello si trova sulla sommità del Monte Hohenzollern ad un'altitudine di 855 metri, al di sopra dell'abitato di Hechingen e nel territorio del comune di Bisingen. Fu costruito originariamente nella prima parte dell'XI secolo. Venne completamente distrutto dopo un assedio di dieci mesi nel 1423 da parte dell'unione di alcune città sveve.

Un secondo castello, più ampio, venne costruito dal 1454 al 1461 e servì come rifugio alla famiglia Hohenzollern in periodo di guerra, anche durante la Guerra dei trent'anni. Alla fine del XVIII secolo tuttavia si iniziò a pensare che il castello avesse perso la sua importanza strategica e cadde gradualmente in abbandono. Ciò portò al crollo di diversi edifici. Oggi dell'originario edificio medievale rimane solo la cappella.

Il castello e il monte visti da lontano

La terza ricostruzione del castello, come lo vediamo oggi, venne effettuata tra il 1846 e il 1867 dal re Federico Guglielmo IV in stile neogotico a scopi principalmente celebrativi del prestigio della casata Hohenzollern.

Cortile interno

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]