Bullet for My Valentine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bullet for My Valentine
I Bullet for My Valentine all'Earthday Birthday nel 2007. Da sinistra: Michael Padget, Jason James e Matthew Tuck.
I Bullet for My Valentine all'Earthday Birthday nel 2007. Da sinistra: Michael Padget, Jason James e Matthew Tuck.
Paese d'origine Galles Galles
Genere Metalcore[1][2][3]
Punk metal[4]
Post-hardcore[4]
Screamo[4]
Periodo di attività 1998in attività
Etichetta Columbia Records
Trustkill Records
Album pubblicati 4
Studio 4
Sito web
Bullet - OwnMade.png

I Bullet for My Valentine (talvolta abbreviati in BFMV o B4MV o Bullet) sono un gruppo musicale metalcore britannico, formatosi nel 1998 a Bridgend, in Galles. La band è composta da Matt Tuck (cantante e chitarrista), Michael Padget (chitarrista), Jason James (bassista e seconda voce), e Michael Thomas (batterista). La band ha dichiarato che il loro stile musicale è influenzato da artisti quali i Metallica, gli Iron Maiden e gli Slayer. Inoltre il gruppo fa parte dello scenario musicale di Cardiff.

Si sono formati sotto il nome di Jeff Killed John e hanno cominciato la loro carriera musicale mediante cover di canzoni dei Metallica e dei Nirvana. I Jeff Killed John registrarono sei canzoni che tuttavia non vennero pubblicate; il gruppo ha rielaborato due di questi brani nel seguito della loro carriera, dopo aver cambiato nome in quello attuale. Il cambio di nome fu dettato da difficoltà finanziarie, seguito da un cambiamento anche nella direzione musicale. Nel 2002, la band ha ottenuto un contratto per cinque album con la Sony BMG.

Il loro album di debutto, The Poison, è stato pubblicato il 3 ottobre 2005 nel Regno Unito ed il 14 febbraio 2006 negli Stati Uniti, in coincidenza con il giorno di San Valentino, da cui il nome attuale del gruppo. L'album si è classificato negli USA alla posizione nº128 della Billboard 200 ed è stato certificato come disco d'oro dalla Recording Industry Association of America. I Bullet for My Valentine hanno venduto quasi tre milioni di dischi in tutto il mondo ed hanno avuto il più grande successo di tutti i tempi nella manifestazione musicale Kerrang! Awards, ottenendo ben tre vittorie nella categoria di "Miglior Band Inglese".

Storia del gruppo[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo nacque con il nome di "Jeff Killed John", come tribute band dei Metallica e dei Nirvana già nel 1998, e fu fondato dal cantante Matthew "Matt" Tuck, il chitarrista Michael "Padge" Padget, il bassista Nick Crandle e il batterista Michael Thomas. All'inizio era una band nu metal che voleva seguire lo stile dei Korn e dei Limp Bizkit. Tuttavia l'inizio per la band non fu dei migliori a causa dei numerosi litigi, le ostilità crebbero ulteriormente quando altre band gallesi, come i Lostprophets e i Funeral for a Friend, divennero famose e popolari. Quando arrivò anche per loro il momento di registrare un demo furono abbandonati dal bassista Nick Crandle. Non riuscendo a trovare un accordo per registrare il demo si sciolsero. Risolti i dissidi trovarono in Jason James il bassista che stavano cercando e cambiarono il loro nome da "Jeff Killed John", prima in "Opportunity in Chicago" e poi in Bullet for My Valentine.

La firma con l'etichetta discografica (2002-2005)[modifica | modifica sorgente]

Per molti mesi la band eseguì dei concerti nella speranza di attirare l'interesse di qualche etichetta discografica. Infatti nel 2004 in uno show a Londra la Roadrunner Records mostrò interesse nei Bullet For My Valentine e gli offrì un ingaggio. L'offerta venne rifiutata e la band firmò un contratto per cinque album con la casa discografica Sony BMG e ottenne una licenza per gli UK con la Visible Noise. Matthew Tuck affermò che scelsero Sony BMG perché: "Pensiamo che ci si apriranno molte porte in futuro." Fu pubblicato un EP intitolato Bullet For My Valentine il 15 novembre 2004 in UK. Prodotto da Colin Richardson, conteneva 5 tracce e fu la primo pubblicazione ufficiale della band. Un secondo EP, Hand of Blood, fu pubblicato il 22 agosto 2005 tramite Trustkill Records e fu disponibile sono negli USA. Questo EP contiene solo una traccia in più rispetto al precedente EP "Bullet For My Valentine" intitolata "4 Words (To Choke Upon)". .[5]

The Poison (2005-2007)[modifica | modifica sorgente]

Il debutto inglese del loro primo album, The Poison[6], avvenne il 3 ottobre 2005 (negli USA a partire dal 14 febbraio 2006). L'album ha raggiunto la 128ª posizione della Billboard top 200 e la 21ª posizione della classifica inglese.

Michael Padget e Matt Tuck al Rocksilde nel 2006

Dall'album The Poison furono estratti quattro singoli: 4 Words (To Choke Upon), il primo singolo della band, seguito da Suffocating Under Words of Sorrow (What Can I Do), All These Things I Hate (Revolve Around Me) raggiunse su Mainstream Rock Tracks la posizione numero 13 e 30 su Modern Rock Tracks. L'ultimo singolo Tears Don't Fall invece raggiunse la posizione numero 24 su Mainstream Rock Tracks e numero 32 su Modern Rock Tracks.

4 Words (To Choke Upon) è stata usata dalla EA Sports in NHL 06 e in NFL 06, mentre Hand of Blood è stata usata in Need for Speed: Most Wanted ed in Burnout Revenge.

I Bullet for My Valentine hanno suonato al Download Festival per tre anni consecutivi a partire dal 2004. Inoltre aprirono anche alcuni concerti dei Metallica e dei Guns N' Roses nell'estate del 2006. Parteciparono ad altri tour come al Vans Warped Tour.

Il 30 ottobre 2006 la band si esibì al Brixton Academy a Londra dove fu filmato il loro primo DVD live: The Poison: Live at Brixton.

Il 27 aprile 2007 i Bullet for My Valentine suonarono all'Earthday Birthday.

Il 12 giugno 2007 uscì una nuova versione dell'album The Poison Digipak, la versione deluxe contenente varie bonus track.

Per tutto il resto del 2007 Matthew Tuck subì una laringite che comportò la cancellazione di alcuni concerti. Anche se la tonsillectomia fu eseguita presto, il medico del cantante gli consigliò un periodo di riposo intenso, comportando nei concerti rimanenti il sostegno di band come Metallica e Machine Head. Matthew "Matt" Tuck ritornò sulla scena in tempo per la registrazione del secondo album.[7]

Scream, Aim, Fire (2008)[modifica | modifica sorgente]

Il bassista Jason James

Il 28 gennaio 2008, uscì il loro secondo album intitolato Scream, Aim, Fire, registrato da Colin Richardson.[8] L'album guadagnò la posizione numero 4 di Billboard 200, vendendo nella prima settimana già 53.000 copie. La band terminò il tour in Nord America e Australia per andare al Taste of Chaos in tour con gli Atreyu, True Metal Conspiracy, Idiot Pilota, Blessthefall e Avenged Sevenfold.

Nel mese di giugno si sono inoltre esibiti al Rock am Ring and Rock im Park e al Download Festival. Hanno inoltre svolto il festival di Reading e Leeds nel mese di agosto.

Nel mese di novembre e dicembre partirono per l'Europa in tour avendo come supporto principale i Lacuna Coil, insieme anche ai Bleeding Through e Black Tide. Il 15 novembre la band ha annunciato all'Alexandra Palace di Londra che sta filmando un nuovo DVD che supporti Scream, Aim, Fire. A dicembre è uscito un EP intitolato Road to Nowhere, il quale include 3 nuovi brani più uno già edito.

Venne poi annunciato che a gennaio e a febbraio 2009 la band si sarebbe esibita al Big Day Out in Australia e Nuova Zelanda.

Fever (2009-2010)[modifica | modifica sorgente]

Il 16 marzo 2009 i Bullet for My Valentine hanno rivelato che stavano registrando il terzo album, prodotto Don Gilmore.[9] Matthew Tuck ha riferito che hanno dovuto cancellare due concerti in Sudafrica per concentrarsi sulle registrazioni.[10]

Matthew Tuck al Norway Rock Festival nel 2010

L'album, intitolato Fever, è stato messo in vendita dal 27 aprile 2010. La pubblicazione del primo singolo, Your Betrayal, era stata fissata per il 9 marzo, seguita da un video musicale. Ma, inaspettatamente, è stato reso disponibile come singolo digitale su iTunes il 2 marzo 2010, mentre il 12 marzo è uscito il secondo singolo accompagnato dal video musicale di The Last Fight.

I Bullet for My Valentine hanno annunciato che il loro tour negli Stati Uniti a sostegno di Fever sarebbe iniziato il 30 aprile, con le band Airbourne e Chiodos come supporters. Da notare la loro presenza al Download Festival 2010 e a Rock am Ring. Quell'autunno e in particolare in tutto il mese di ottobre i Bullet sono stati impegnati in un tour in alcune più importanti città degli Stati Uniti e del Canada. Dal mese di novembre, invece, intrapresero il loro tour europeo, che partì dalla seconda settimana in Svezia, per poi proseguire in Germania, Austria, Belgio, Svizzera e terminare nel Regno Unito il 12 dicembre 2010.

Temper Temper (2011–presente)[modifica | modifica sorgente]

Il 28 gennaio 2011, Michael Paget ha dichiarato che la band aveva già in cantiere un nuovo album, che avrebbe avuto un sound simile a quello di Fever. Ha in seguito dichiarato che la band ha programmato di finire la scrittura dell'album entro il 2011, iniziando le registrazioni a fine anno. Un paio di canzoni lasciate dalle registrazioni di Fever potrebbero essere riarrangiate, registrate e inserite nel nuovo album.[11] La band si è esibita al Uproar Festival 2011, dopo il quale hanno iniziato a scrivere materiale per un quarto album in studio. La band spera di far uscire l'album nel corso del 2012.[12]
Il 7 ottobre, a seguito dello scioglimento da parte del gruppo RCA della casa discografica Jive Records (con cui la band ha pubblicato il loro precedente album) la band rilascerà il proprio materiale sotto l'etichetta RCA Records.[13][14] Sempre in ottobre, il frontman della band Matt Tuck ha annunciato che lavorerà ad un nuovo side-project influenzato da band come Pantera e Slipknot.[15] Il 1 maggio 2012 è stato reso noto che il progetto si chiamerà AxeWound e vedrà partecipare il cantante Liam Cormier (Cancer Bats), il bassista Mike Kingswood (Rise to Remain), Joe Copcutt (Glamour Of The Kill's) e il batterista Jason Bowld (Pitchshifter).[16]
Il 6 agosto è stato confermato che la sessione finale di registrazione dell'album è finita, e che l'album verrà pubblicato a fine 2012.[17] I Bullet for My Valentine rilasceranno una nuova canzone intitolata Temper Temper il 25 novembre nel Regno Unito e il 30 ottobre nel resto del mondo attraverso il web. La canzone ha fatto il suo debutto il 22 ottobre alla radio BBC Radio 1's Rock Week.[18] È stato inoltre annunciato che il titolo dell'album sarà "Temper Temper" e la data di pubblicazione è fissata per l'11 febbraio 2013.[19][20]

Stile ed influenze[modifica | modifica sorgente]

I Bullet for My Valentine hanno dichiarato di ispirarsi ai Metallica, Annihilator, Pantera, Machine Head, Iron Maiden, Testament, Slayer, Judas Priest e Megadeth. La band nell'album di esordio, The Poison, era caratterizzata da un suono che miscelava metalcore ed emocore, definibile in maniera più semplice come "emotional metalcore"[da chi?], mentre con il secondo album, Scream, Aim, Fire, si è spostata su un più convenzionale metalcore con pronunciate influenze thrash metal in alcune canzoni, eliminando le influenze emo. Infatti dopo Fever lo stile e l'orientamento musicale della band sono stati rivalutati dalla critica internazionale.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album in studio[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Altri brani[modifica | modifica sorgente]

Cover:

Canzoni pubblicate nelle varie versioni dei singoli:

  • Turn to Despair (Jeff Killed John)
  • Seven Days - presente nella deluxe version di The Poison, ma non nel suo Digipak.
  • My Fist, Your Mouth, Her Scars - presente, anche questa, nella deluxe version di The Poison, ma non appartenente al Digipak.
  • Ashes of the Innocent - presente nel loro EP Road to Nowhere.

Versioni acustiche:

  • Say Goodnight (acoustic v.)
  • Tears Don't Fall (a. v.)
  • Hearts Burst Into Fire (a. v.)
  • Your Betrayal (a. v.)
  • Forever And Always (a. v.)
  • The Last Fight (a. v.)

Videografia[modifica | modifica sorgente]

DVD[modifica | modifica sorgente]

Data di uscita Titolo
2006 The Poison: Live at Brixton

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Joe Goodden, Bullet for My Valentine - The Poison, BBC.co.uk, 20 novembre 2008. URL consultato il 16 gennaio 2012.
    «The Poison is an ugly, bloody mess of dense, relentless melodic metalcore, duelling vocal harmonies and chugging guitars, perfect for tinnitus-risking kids everywhere.».
  2. ^ Teufel, Teufel's Tomb » Reviews » Bullet for My Valentine “Scream Aim Fire”, teufelstomb.com. URL consultato il 16 gennaio 2012.
    «Scream Aim Fire, is best described as melodic metalcore...».
  3. ^ Bullet for my Valentine, Rockline.it. URL consultato il 26 novembre 2012.
  4. ^ a b c (EN) Corey Apar, Bullet for My Valentine in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 26 novembre 2012.
  5. ^ Bullet for My Valentine Interview, Roomthirteen.com, 8 luglio 2005. URL consultato il 30 ottobre 2007.
  6. ^ BULLET FOR MY VALENTINE - THE POISON :: Recensione di www.groovebox.it Webzine di musica Alternative Metal e Rock
  7. ^ Machine Head Added To Metallica's Wembley Bill, Blabbermouth.net, 27 giugno 2007. URL consultato il 7 novembre 2007.
  8. ^ Graff, Gary, Bullet for My Valentine in the thick of new album, Billboard.com, 12 aprile 2007. URL consultato il 31 novembre 2007 (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2007).
  9. ^ blabbermouth.net
  10. ^ kill your stereo
  11. ^ Bullet for My Valentine: 'Next Album Going To Be In A Similar Vein Of Fever', Ultimate-guitar.com. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  12. ^ Anne Erickson, Bullet for My Valentine Guitarist Talks Metallica, Ozzy and Kurt Cobain, Gibson, 18 agosto 2011. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  13. ^ RCA's New Executive Team Named Under CEO Peter Edge Amid Layoffs (Update), Billboard, 23 agosto 2011. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  14. ^ Radio Industry News, Music Industry Updates, Arbitron Ratings, Music News and more!, FMQB. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  15. ^ Bullet for My Valentine’s Matt Tuck Working On "Metal As Fuck" New Project, Metal Hammer, 27 ottobre 2011. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  16. ^ BFMV's Matt Tuck and Cancer Bats' Liam Cormier form new band AxeWound, nme.com, 1º maggio 2012. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  17. ^ http://audioinkradio.com/2012/08/bullet-for-my-valentine-complete-work-new-album/ Retrieved September 2012
  18. ^ http://www.facebook.com/bulletformyvalentine
  19. ^ Twitter / BBCR1: By the way, did you catch the
  20. ^ Bullet for My Valentine reveal album and tour details, BBC. URL consultato il 6 gennaio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]