Bufera di neve: Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bufera di neve:
Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi
Bufera di neve: Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi
Autore William Turner
Data 1812
Tecnica olio su tela
Dimensioni 146 cm × 237 cm 
Ubicazione Tate Gallery, Londra

Bufera di neve: Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi (in inglese: Snow Storm: Hannibal and His Army Crossing the Alps) è un dipinto a olio su tela (146x237 cm) realizzato nel 1812 dal pittore inglese William Turner e conservato nella Tate Britain di Londra.

Nel 1812 la tela è stata esposta alla Royal Academy.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il quadro è caratterizzato da una struttura pittorica irregolare, impostata senza assi geometrici precisi, rompendo decisamente con le regole compositive tradizionali. Anche il tema naturale che diventa centrale negli artisti romantici è trattato da Turner in maniera simbolica e non come fedele riproduzione della realtà come avveniva nei dipinti sei-settecenteschi.

Il momento raffigurato è quello in cui Annibale e le sue armate sono colpiti da un'improvvisa tempesta di neve sulle Alpi che stanno valicando per entrare in Italia.

Turner trae spunto da un episodio cui aveva assistito: nel 1810 era infatti stato testimone di una violenta tormenta di neve in campagna, in occasione della quale aveva tracciato uno schizzo veloce del fenomeno atmosferico. Per realizzare l'opera Turner consulta anche le più antiche descrizioni della marcia dell'esercito cartaginese del 218 a.C.

Ciò che immediatamente appare all'occhio dell'osservatore è un'onda nella quale sono fusi turbini di neve e nuvole in tempesta. Sotto questa massa di densi vapori si svolgono episodi di saccheggio e violenza. Anche Annibale è appena distinguibile, in secondo piano, disteso su un elefante. I neri, i grigi e i bianchi formano una pesante cortina atmosferica, che il pallido sole non riesce a penetrare: solo in lontananza una luce tremolante rivela una valle che si perde all'orizzonte.

La forza terribile e oscura della natura sembra rendere tutto più instabile e transitorio, come, appunto, il destino dell'uomo. Con questa suggestione, restituita attraverso una sorta di polverizzazione dell'immagine per mezzo di effetti luminosi, Turner anticipa la maniera degli impressionisti.

È probabile che Turner abbia voluto identificare Napoleone Bonaparte, conquistatore dell'Italia, con la figura di Annibale, entrambi grandi strateghi ma che nulla poterono comunque contro la forza della natura.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Landolfi, inserto Arte 7 in Dal testo alla storia dalla storia al testo, ed. Paravia, 17. ISBN 88-395-3004-5

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura