Bruno Vicino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bruno Vicino
Bruno Vicino.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1987
Carriera
Squadre di club
1973-1975 Jollj Ceramica Jollj Ceramica
1976 Furzi Furzi
1977 G.B.C. G.B.C.
1978 Selle Royal
1979 Carlos
1980 Vermeer
1981-1983 Zonca Zonca
1984-1986 Malvor Malvor
1987 Gis Gelati Gis Gelati
Nazionale
1977-1987 Italia Italia
Carriera da allenatore
1988-1989 Malvor Malvor
1993 Mercatone Uno Mercatone Uno
1995 Mercatone Uno Mercatone Uno
1996-2004 Saeco Saeco
2005- Lampre Lampre
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Bronzo Besançon 1980 Mezzofondo
Argento Brno 1981 Mezzofondo
Bronzo Leicester 1982 Mezzofondo
Oro Zurigo 1983 Mezzofondo
Oro Bassano del Grappa 1985 Mezzofondo
Oro Colorado Springs 1986 Mezzofondo
 

Bruno Vicino (Villorba, 7 settembre 1952) è un dirigente sportivo, ex pistard e ciclista su strada italiano. Professionista dal 1973 al 1987, vinse tre titoli mondiali su pista nel mezzofondo. Dal 2005 è direttore sportivo alla Lampre.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nato come velocista su strada, da dilettante arrivò a conquistare la maglia tricolore nel 1973 succedendo a Francesco Moser. Divenuto professionista l'anno successivo, non riuscì ad affermarsi e non colse nessuna vittoria, pur prendendo parte per sette volte al Giro d'Italia.

Nel 1977 partecipò al suo primo campionato del mondo di mezzofondo, vincendo l'anno successivo il suo primo (di sei totali) campionato italiano della specialità. La prima maglia iridata arrivò invece nel 1983, dopo averla sfiorata nei tre anni precedenti con piazzamenti sul podio mondiale.

Si laureò campione del mondo fra gli stayer anche nel 1985 e nel 1986, stabilendo il record del mondo sull'ora e sui 100km a Bassano del Grappa l'11 luglio 1986. Ha disputato inoltre numerose Sei giorni.

Dal 1993 al 2004 è stato quindi nello staff tecnico, come direttore sportivo aggiunto, della Mercatone Uno/Saeco. Dal 2005 lavora quindi per la Lampre, nata in quell'anno dalla fusione tra la Saeco e la vecchia Lampre.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Strada[modifica | modifica sorgente]

Campionati italiani, Prova in linea Dilettanti

Pista[modifica | modifica sorgente]

Campionati italiani, Mezzofondo
Campionati italiani, Mezzofondo
Campionati italiani, Mezzofondo
Campionati del mondo, Mezzo fondo
Campionati italiani, Mezzofondo
Campionati italiani, Mezzofondo
Campionati del mondo, Mezzo fondo
Campionati italiani, Mezzofondo
Campionati del mondo, Mezzo fondo

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1974: squalificato (11ª tappa)
1975: 61º
1976: ritirato (18ª tappa)
1977: 64º
1978: 89º
1979: 105º
1984: 142º
1975: ritirato (7ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1977: 12º
1980: 98º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

San Cristóbal 1977 - Mezzofondo: 9º
Monaco di Baviera 1978 - Mezzofondo: 5º
Amsterdam 1979 - Mezzofondo: 4º
Besançon 1980 - Mezzofondo: 3º
Brno 1981 - Mezzofondo: 2º
Leicester 1982 - Mezzofondo: 3º
Zurigo 1983 - Mezzofondo: vincitore
Bassano del Grappa 1985 - Mezzofondo: vincitore
Colorado Springs 1986 - Mezzofondo: vincitore

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sito ufficiale dell'Associazione Medaglie d'Oro al Valore Atletico

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]