Brivido caldo (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brivido caldo
Brivido caldо (film).png
una scena del film
Titolo originale Body Heat
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1981
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere noir, erotico, drammatico
Regia Lawrence Kasdan
Produttore Fred T. Gallo, The Ladd Company
Fotografia Richard H. Kline
Montaggio Carol Littleton
Musiche John Barry
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Brivido caldo (Body Heat) è un film del 1981 diretto da Lawrence Kasdan, con William Hurt e Kathleen Turner, che qui debutta sul grande schermo.

Il regista si ispira a La morte paga doppio ( Double Indemnity), romanzo noir di James Cain, già trasposto in versione cinematografica da Billy Wilder con il lungometraggio La fiamma del peccato. Rispetto alla prima traduzione filmica e al romanzo, la pellicola di Kasdan è pervasa da un'atmosfera misogina e la trama è stata arricchita sia di elementi simbolisti sia di nuovi colpi di scena.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Miranda Beach, Florida. Il giovane avvocato Ned Racine ha successo come dongiovanni ma non altrettanto nella sua professione. In una torrida serata d'estate, incontra una sensuale bionda, Matty, moglie del ricchissimo Edmund Walker, un affarista immobiliare coinvolto in traffici illegali. Matty resiste per poco alle avances di Ned, che la segue alla sua villa e la tromba. Comincia tra i due un'appassionata relazione clandestina. Nel frattempo, Ned si rende sempre più conto che la sua carriera non decolla, impegnato com'è in cause di poco conto. Matty vorrebbe lasciare il marito, ma non intende rinunciare al denaro: un accordo firmato prima del matrimonio prevede che, in caso di divorzio, lei abbia diritto al pagamento degli alimenti solo fino all'anno successivo. La presenza del marito diventa sempre più problematica per i due amanti che, ad un certo punto, decidono di eliminarlo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Dizionario del cinema americano", di Fernaldo Di Giammatteo, Editori Riuniti, Roma, 1996, pag. 66

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema