Britney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio, vedi Brittany.
Britney
Britney Spears Im Not a Girl.jpg
Britney Spears nel video di I'm Not A Girl, Not Yet A Woman
Artista Britney Spears
Tipo album Studio
Pubblicazione 2 novembre 2001
Durata 39:52 (Edizione USA)
43:56 (Edizione Europea)
47:17 (Edizione Latino-Americana, Australiana e UK)
51:22 (Edizione Italiana e iTunes Deluxe Edition)
Dischi 1-2
Tracce 12 (Edizione USA)
13 (Edizione Europea)
14 (Edizione Latino-Americana, Australiana e UK)
15 (Edizione Italiana e iTunes Deluxe Edition)
Genere Pop
Dance pop
Teen pop
Etichetta Jive Records
Produttore Max Martin, Rodney Jerkins, The Neptunes, Rami, Wade Robson, Justin Timberlake
Registrazione 2001
Certificazioni
Dischi d'oro Brasile Brasile[1]
(Vendite: 40.000+)
Svezia Svezia[2]
(Vendite: 20.000+)
Danimarca Danimarca[3]
(Vendite: 15.000+)
Finlandia Finlandia[4]
(Vendite: 10.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[5]
(Vendite: 7.500+)
Dischi di platino Argentina Argentina (2)[6]
(Vendite: 80.000+)
Australia Australia (2)[7]
(Vendite: 140.000+)
Austria Austria[8]
(Vendite: 20.000+)
Belgio Belgio[9]
(Vendite: 50.000+)
Canada Canada (4)[10]
(Vendite: 320.000+)
Unione europea Unione europea (2)[11]
(Vendite: 2.000.000+)
Francia Francia[12]
(Vendite: 100.000+)
Germania Germania[13]
(Vendite: 200.000+)
Giappone Giappone[14]
(Vendite: 250.000+)
Italia Italia[15]
(Vendite: 100.000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[16]
(Vendite: 50.000+)
Polonia Polonia[17]
(Vendite: 100.000+)
Regno Unito Regno Unito[18]
(Vendite: 300.000+)
Spagna Spagna[19]
(Vendite: 60.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (4)[20]
(Vendite: 4.000.000+)
Svizzera Svizzera[21]
(Vendite: 60.000+)
Britney Spears - cronologia
Album precedente
(2000)
Album successivo
(2003)
Logo
Logo del disco Britney
Singoli
  1. I'm a Slave 4 U
    Pubblicato: 24 settembre 2001
  2. Overprotected
    Pubblicato: 18 dicembre 2001
  3. I'm Not a Girl, Not Yet a Woman
    Pubblicato: 5 febbraio 2002
  4. I Love Rock 'n' Roll
    Pubblicato: 28 maggio 2002
  5. Anticipating
    Pubblicato: 26 giugno 2002
  6. Boys
    Pubblicato: 2 agosto 2002
  7. That's Where You Take Me
    Pubblicato: 27 giugno 2003

Britney è il terzo album della cantante statunitense Britney Spears pubblicato il 6 novembre 2001 dall'etichetta Jive Records.[22] "Britney" segna l'inizio di un ruolo rilevante da parte nella Spears nella produzione della sua musica; è anche l'album della transizione dal bubblegum pop e l'immagine da lei presentata nei due album precedenti, verso influenze più R&B e sensuali. Nonostante i singoli estratti dall'album non ebbero lo stesso successo delle hit precedenti,[23] la Spears iniziò ad assumere un maggior controllo creativo, co-scrivendo sei delle canzoni dell'album.[24] Nonostante la nuova immagine che la cantante diede di sé con "Britney", l'album riuscì a debuttare al primo posto della Billboard 200, con 768 500 copie vendute[25], rendendo la Spears la prima artista donna nella storia della musica ad avere i primi tre album in prima posizione.[24][26] L'album ebbe inoltre il miglior debutto del 2001 di un'artista o gruppo femminile, battendo Survivor delle Destiny's Child e All for You di Janet Jackson.[27] Questo record sarebbe comunque stato battuto dalla stessa Spears quando il suo quarto album, "In the Zone", debuttò nella medesima posizione.[28] Britney Spears fu nominata per due Grammy Awards, "Pop Vocal Album" e "Best Female Pop Vocal Performance" per la canzone Overprotected.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La Spears riguardo all'album affermò che la maggior parte delle canzoni riflettevano ciò che lei è, per questo gli diede il titolo "Britney". Nelle sessioni di registrazione furono prodotte 23 canzoni, di cui ne vennero scelte 12 da inserire nella tracklist finale; affermò che quella fu la parte più difficile nel processo di registrazione.[29] La cantante disse inoltre: "È il mio primo album che ho davvero scritto e su cui ci ho speso tempo. Quindi quando l'ho ascoltato per intero, mi è sembrato davvero molto speciale. So di non essere la miglior scrittrice del mondo, ma mi sono divertita molto a scrivere i testi e con un po' di fortuna migliorerò con testi più maturi".[29] Il sound più "sporco" di "Britney" portò alcuni critici a chiedersi se forse la Spears fosse troppo cresciuta per il pubblico a cui era abituata con i due precedenti album. Al riguardo, lei affermò: "Non voglio abbandonare i miei fan più giovani. Vorrei solo una generazione più grande a cui affiancarli; Non potevo fare un "...Baby One More Time" numero tre. Dovevo cambiare e pregare che alla gente piacesse".[29] Nell'album è inclusa una canzone registrata con Justin Timberlake, What It's Like to Be Me. Sul lavorare col suo fidanzato, la Spears disse: "Devo ammettere che all'inizio ero un po' nervosa. Sono abituata a produttori con cui lavorare. E di solito entro in studio, registro le mie parti. Quindi all'inizio mi sentivo impacciata, ero nervosa a registrare con lui alcune parti".[30] Un'altra canzone dell'album, Overprotected, co-scritta da Max Martin, parla del fatto di essere continuamente giudicata da tutti quelli che la circondano.[31]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

I primi responsi a "Britney" erano misti. In accordo con Metacritic, che da un voto in scala 100 in base alle recensioni della critica, l'album ricevette un punteggio di 54, con dodici recensioni.[32]

Fu giudicato in modo positivo da Allmusic, che gli diede 4.5 stelle su 5, descrivendo le tracce (ma soprattutto il titolo dell'album) come "il disco con cui cerca di approfondire la sua persona, rendendolo più adulto ma allo stesso tempo un tipico disco alla Britney".[33] Al contrario, Rolling Stone disse: "Britney si ostina sull'ovvietà: alla Spears manca un mese per diventare ventenne e chiaramente ha bisogno di crescere se vuole tenere con sé i suoi fan".[34]

Antonio Orlando di Musica & Dischi definì Britney come "perfetto nella sua architettura generale, pieno di canzoni che si fanno ascoltare e notare, ricco di soluzioni articolate pur sempre nel perimetro di una commerciabilità che deve essere globale per poter sopravvivere agli inevitabili cali di tensione. E così Britney è giocato su sapienti alternanze di canzoni veloci e ballate strappacuore (come la bella "I'm Not a Girl, Not Yet a Woman"), con qualche colpo piazzato ad arte per attirare l’attenzione del pubblico più adulto (la sua versione di "I Love Rock’n’Roll" di Joan Jett), con qualche canzone che susciterà scandalo mediatico ("Boys" con la sua vocalità ipersexy)".[35]

Il 4 luglio 2008 Entertainment Weekly celebrò i 1000 migliori film, show televisivi, album, libri dal 1983 al 2008. Nella categoria "I classici della musica", "Britney" viene citato al numero 97 nella classifica dei cento migliori album dei precedenti 25 anni.[36]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 settembre 2001, la Spears presentò il primo singolo estratto dall'album, I'm a Slave 4 U, durante la cerimonia degli MTV Video Music Awards, quell'anno svoltisi a New York.[37] L'esibizione fu pesantemente criticata da gruppi animalisti, come la PETA, per l'utilizzo di una tigre bianca e di un pitone albino.[38] Il 10 settembre, la Spears si esibì in un duetto con Michael Jackson, durante la cerimonia della celebrazione dei trent'anni di carriera del re del pop a New York, cantando The Way You Make Me Feel.[37] Il 13 settembre, la Spears tenne una conferenza stampa a Sydney, Australia, in vista di un tour promozionale volto a promuovere l'album, ma cancellò l'evento, definendolo inappropriato a luce degli attentati terroristici in America.[39] La Spears si esibì con I'm a Slave 4 U agli the NRJ Music Awards in Francia, nel 2002. Nello stesso anno tenne anche una conferenza stampa in Giappone, per promuovere sì l'album, ma anche il suo primo film. In quel periodo, girò anche uno spot pubblicitario in Giappone e Corea, intitolato "Pepsi FIFA World 2002". Sempre nel 2002, apparve in un talk-show tedesco, "Boulevard Bio", andato in onda in 15 gennaio, parlando dei suoi album e film.[40] Il 16 gennaio si esibì nel Regno Unito, durante la trasmissione Top of the Pops, con Overprotected.[40] In Italia, partecipò alla cinquantaduesima edizione del Festival di Sanremo esibendosi con I'm Not a Girl, Not Yet a Woman.[41] Il 28 gennaio 2001, la Spears si esibì al Super Bowl XXXV.[40] Successivamente le fu dedicato uno speciale dalla trasmissione di MTV TRL, intitolato "Total Britney Live", durante il quale si esibì con le canzoni dei suoi ultimi due album.[40] Per quanto riguarda le apparizioni televisive, la Spears partecipò al "The Tonight Show with Jay Leno" l'11 ottobre, al "The Rosie O'Donnell Show" il 10 settembre e nuovamente il 5 novembre, e al "The Late Show With David Letterman" il 6 novembre.[42]

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dream Within a Dream Tour.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. I'm a Slave 4 U – 3:23 (Pharrell Williams, Chad Hugo)
  2. Overprotected – 3:18 (Max Martin, Rami)
  3. Lonely – 3:19 (Britney Spears, Brian Kierulf, Josh Schwartz, Rodney Jerkins)
  4. I'm Not a Girl, Not Yet a Woman – 3:51 (Max Martin, Dido, Rami)
  5. Boys – 3:26 (Pharrell Williams, Chad Hugo)
  6. Anticipating – 3:16 (Britney Spears, Brian Kierulf, Josh Schwartz)
  7. I Love Rock 'n' Roll – 3:06 (Alan Merrill, Jake Hooker)
  8. Cinderella – 3:39 (Britney Spears, Max Martin, Rami)
  9. Let Me Be – 2:51 (Britney Spears, Brian Kierulf, Josh Schwartz)
  10. Bombastic Love – 3:05 (Max Martin, Rami)
  11. That's Where You Take Me – 3:32 (Britney Spears, Brian Kierulf, Josh Schwartz)
  12. What It's Like to Be Me – 2:50 (Justin Timberlake, Wade Robson)
Edizione per il mercato latino americano ed europeo
  1. When I Found You – 3:36 (D. Hill, Jörgen Elofssonn)
  2. Before the Goodbye – 3:50 (Britney Spears, B. Transeau, Brian Kierulf, Josh Schwartz)
  3. What It's Like to Be Me – 2:50 (Justin Timberlake, Wade Robson)
Edizione deluxe di iTunes
  1. When I Found You – 3:36 (D. Hill, Jörgen Elofssonn)
  2. I Run Away – 4:04 (Brian Kierulf, Josh Schwartz)
  3. What It's Like to Be Me – 2:50 (Justin Timberlake, Wade Robson)
  4. Before the Goodbye – 3:50 (Britney Spears, B. Transeau, Brian Kierulf, Josh Schwartz)
Edizione speciale CD+DVD

In Giappone, Australia, Messico e Israele fu pubblicata un'edizione speciale che comprendeva 3 remix bonus e un DVD.

CD
  1. Overprotected (The Darkchild Remix Radio Edit) – 3:06
  2. I'm Not a Girl, Not Yet a Woman (Metro Remix) – 5:25 (Max Martin, Dido, Rami)
  3. I'm a Slave 4 U (Thunderpuss Radio Mix) – 3:18 (Pharrell Williams, Chad Hugo)
DVD
  1. Britney Talks: Part 1
  2. I'm a Slave 4 U [Music video]
  3. Britney Talks: Part 2
  4. Overprotected [Music video]
  5. Britney Talks: Part 3
  6. I'm Not a Girl, Not Yet a Woman [Music video]
  7. Britney Talks: Part 4
  8. Overprotected (The Darkchild Remix) [Music video]
  9. Britney Talks: Part 5
  10. Making of Pepsi: Right Now (Taste the Victory)
  11. Britney Talks: Part 6

Singoli estratti[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2001) Posizione
massima
Australia[43] 4
Austria[44] 1
Belgio (Fiandre)[45] 3
Belgio (Vallonia)[46] 7
Canada[47] 1
Danimarca[48] 8
Europa[49] 2
Finlandia[50] 19
Francia[51] 2
Germania[52] 1
Giappone[53] 4
Italia[54] 10
Messico[55] 1
Norvegia[56] 5
Nuova Zelanda[57] 17
Regno Unito[58] 4
Svezia[59] 6
Svizzera[60] 1
U.S. Billboard 200[47] 1

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione

  • Producers: Max Martin, Rodney Jerkins, The Neptunes, Rami, Wade Robson, Justin Timberlake.
  • Engineers: Max Martin, Andrew Coleman, Brian Garten, Brad Gilderman, Pablo Munguia, Rami, Michael Tucker, Yasu.
  • Assistant engineers: Jaime Duncan, Richard G. Johnson, Marc Stephen Lee, Charles McCrorey, Daniel Milazzo, Tim Roberts, Ryan Smith, Rich Tapper, Jill Tengan.
  • Mastering: Tom Coyne.
  • Mixing: Max Martin, Stephen George, Serban Ghenea, Jean-Marie Horvat, Rami
  • String arrangements: James Biondolillo, Mark Suozzo.
  • Vocal arrangements: Justin Timberlake.

Personale

  • Vocals, background vocals: Britney Spears.
  • Background vocals: Sue Ann Carwell, Tyler Collins, Albert Hall, Damion Hall, Nana Hedin, Jennifer Karr, Maxayne Moriguchi, Jeff Pescetto, Jason Scheff, Chris Thompson.
  • Featured musicians: Chad Hugo, Pharrell Williams.
  • Bass: Thomas Lindberg.
  • Guitar, background vocals: Max Martin.
  • Guitar: Esbjörn Öhrwall, Nile Rodgers.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brazilian Certification (ABPD) in Associação Brasileira dos Produtores de Discos. URL consultato il 19 maggio 2007.
  2. ^ http://www.ifpi.se/wp-content/uploads/ar-20011.pdf
  3. ^ http://www.ifpi.org/content/library/international-award-levels.pdf
  4. ^ Finnish Certification (IFPI) in IFPI. URL consultato il 19 maggio 2007.
  5. ^ The Official New Zealand Music Chart
  6. ^ Cámara Argentina de Productores de Fonogramas y Videogramas, Argentinian certification, capif.org.ar, 2001. URL consultato il 18.07.2009.
  7. ^ ARIA Charts - Accreditations - 2002 Albums in Australian Recording Industry Association. URL consultato il 20 ottobre 2007.
  8. ^ Austrian Certification (IFPI) in International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 19 maggio 2007.
  9. ^ http://www.ultratop.be/xls/Awards%202001.htm
  10. ^ Canadian Certification (CRIA) in Canadian Recording Industry Association. URL consultato il 19 maggio 2007.
  11. ^ European Certification (IFPI) in International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 19 maggio 2007.
  12. ^ Disque en France
  13. ^ German Certification (IFPI) in International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 19 maggio 2007.
  14. ^ Recording Industry Association of Japan
  15. ^ "Italian album certifications – Britney Spears – Britney" (PDF). Federation of the Italian Music Industry. http://www.fimi.it/temp/cert_Gfk_week2312a.pdf.
  16. ^ Dutch Certification (IFPI) in IFPI. URL consultato il 19 maggio 2007.
  17. ^ Listy bestsellerów, wyróżnienia :: Związek Producentów Audio-Video
  18. ^ UK Certification (BPI) in British Phonographic Industry. URL consultato il 19 maggio 2007.
  19. ^ http://mangakayjordi.iespana.es/musica/charts/b.htm
  20. ^ Recording Industry Association of America Recording Industry Association of America.
  21. ^ Swiss Certification (IFPI) in IFPI. URL consultato il 19 maggio 2007.
  22. ^ http://www.billboard.com/bbcom/discography/index.jsp?pid=290150&aid=500635
  23. ^ Britney Spears' Biography | Fox News
  24. ^ a b Rolling Stone | News
  25. ^ HITS Daily Double: News
  26. ^ http://www.billboard.com/bbcom/esearch/article_display.jsp?vnu_content_id=1108394
  27. ^ Oops! ... She Did It Again: Britney Spears Tops Albums Chart - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  28. ^ http://music.yahoo.com/read/story/12064351
  29. ^ a b c Britney Says Britney Reflects Who Britney Is - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  30. ^ Britney Spears - Biography
  31. ^ Britney Was 'Nervous' Recording With Justin - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  32. ^ Britney Reviews, Ratings, Credits, and More at Metacritic
  33. ^ Britney - Britney Spears | AllMusic
  34. ^ Rolling Stone Music | Album Reviews
  35. ^ http://www.musicaedischi.it/recensioni.php?genere=0&id=146
  36. ^ The New Classics: Music | Music | EW.com
  37. ^ a b Music News, Interviews, Pics, and Gossip: Yahoo! Music
  38. ^ Music News, Interviews, Pics, and Gossip: Yahoo! Music
  39. ^ Music News, Interviews, Pics, and Gossip: Yahoo! Music
  40. ^ a b c d Britney Spears - IMDb
  41. ^ Sanremo 2002, il catalogo è questo!
  42. ^ Music News, Interviews, Pics, and Gossip: Yahoo! Music
  43. ^ australian-charts.com - Britney Spears - Britney
  44. ^ Britney Spears - Britney - austriancharts.at
  45. ^ ultratop.be - Britney Spears - Britney
  46. ^ ultratop.be - Britney Spears - Britney
  47. ^ a b Dido: Charts & Awards in Billboard. URL consultato il 19 maggio 2007.
  48. ^ danishcharts.com - Britney Spears - Britney
  49. ^ Boy Bands Crowd U.K. Charts | Billboard.com
  50. ^ finnishcharts.com - Britney Spears - Britney
  51. ^ Syndicat National de l'Édition Phonographique, French Albums Chart, Les Charts, 10.11.2001. URL consultato il 18.07.2009.
  52. ^ Charts-Surfer
  53. ^ Japanese Main Albums Chart in Oricon. URL consultato il 13.07.2009.
  54. ^ italiancharts.com - Britney Spears - Britney
  55. ^ Mexican Certification (AMPROFON) in AMPROFON. URL consultato il 19 maggio 2007.
  56. ^ norwegiancharts.com - Britney Spears - Britney
  57. ^ New Zealand Certification (RIANZ) in Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 19 maggio 2007.
  58. ^ UK Albums Chart (Search) in Everyhit.com. URL consultato il 19 maggio 2007.
  59. ^ swedishcharts.com - Britney Spears - Britney
  60. ^ Britney Spears - Britney - swisscharts.com