British Touring Car Championship

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il British Touring Car Championship (BTCC - Campionato britannico vetture turismo) è un campionato motoristico che si disputa in Regno Unito e Irlanda. Il campionato, istituito nel 1958 come British Saloon Car Championship, si è disputato nel corso degli anni seguendo diversi regolamenti tecnici.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La prima edizione del campionato venne organizzata British Racing & Sports Car Club (BRSCC) e si tenne su undici corse disputatesi su alcuni dei più rinomati tracciati dell'epoca, tra cui Aintree, Goodwood, Silverstone e Brands Hatch e a queste gare parteciparono per lo più concorrenti privati, mentre i costruttori si limitarono a fornire assistenza ad alcuni di loro[1].

Fin dall'inizio il campionato si disputava con una suddivisione in classi di cilindrata, divise in quegli anni tra fino a 1200 cm³, fino a 1600 cm³, fino a 2700 cm³ e oltre 2701 cm³, con i concorrenti che correvano simultaneamente ma ottenevano punti in base al loro piazzamento nella rispettiva classe, facilitando così la vittoria del titolo a quei concorrenti che gareggiavano nelle classi meno combattute (di solito quelle di cilindrata minore), come dimostra il fatto che in 33 anni di multiclassismo solo in sei occasioni il titolo sia andato a un pilota della combattutissima classe regina[1].

Vetture ammesse[modifica | modifica sorgente]

Immagine di una gara BTTC

Prima "auto di produzione", poi FIA Gruppo 1 o Gruppo 2 fino alla fine degli sessanta e nei settanta, e poi Gruppo A negli anni ottanta; nel 1987, la serie adottò il nome che porta tuttora (una serie con vetture Gruppo N corse negli anni novanta).

Dopo il dominio dei motori Ford Sierra Cosworth alla fine degli anni ottanta, a partire dal 1990 il BTCC fu il primo ad adottare il nuovo regolamento tecnico FIA denominato "SuperTouring"[2] (inizialmente denominato 2 litre Touring Car Formula[3] e in seguito anche Classe 2[2] o Divisione 2 - D2), che introduceva il limite dei 2000 cm³ di cilindrata, il divieto della sovralimentazione e l'obbligo di usare scocca, aspetto esteriore, basamento e testata del motore strettamente provenienti dal modello di serie, lasciando liberi tutti gli altri aspetti della vettura[4], regolamento tecnico che poi divenne comunemente diffuso anche negli altri campionati superturismo in Europa fino all'avvento dell'ETCC/WTCC alla fine degli anni novanta[5].

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Anno Vincitore Nazione Vettura
1958 Jack Sears Regno Unito Regno Unito Austin 105 Westminster
1959 Jeff Uren Regno Unito Regno Unito Ford Zephyr
1960 Doc Shepherd Regno Unito Regno Unito Austin A40
1961 John Whitmore Regno Unito Regno Unito Mini Cooper
1962 John Love Rhodesia Rhodesia Mini Cooper
1963 Jack Sears Regno Unito Regno Unito Ford Cortina Lotus
1964 Jim Clark Regno Unito Regno Unito Ford Cortina Lotus
1965 Roy Pierpoint Regno Unito Regno Unito Ford Mustang
1966 John Fitzpatrick Regno Unito Regno Unito Ford Anglia
1967 Frank Gardner Australia Australia Ford Falcon
1968 Frank Gardner Australia Australia Ford Escort TC
1969 Alec Poole Irlanda Irlanda Mini Cooper S
1970 Bill McGovern Regno Unito Regno Unito Sunbeam Imp Sport
1971 Bill McGovern Regno Unito Regno Unito Sunbeam Imp Sport
1972 Bill McGovern Regno Unito Regno Unito Sunbeam Imp Sport
1973 Frank Gardner Australia Australia Chevrolet Camaro
1974 Bernard Unett Regno Unito Regno Unito Hillman Avenger
1975 Andy Rouse Regno Unito Regno Unito Triumph Dolomite Sprint
1976 Bernard Unett Regno Unito Regno Unito Chrysler Avenger GT
1977 Bernard Unett Regno Unito Regno Unito Chrysler Avenger GT
1978 Richard Longman Regno Unito Regno Unito Mini 1275 GT
1979 Richard Longman Regno Unito Regno Unito Mini 1275 GT
1980 Win Percy Regno Unito Regno Unito Mazda RX-7
1981 Win Percy Regno Unito Regno Unito Mazda RX-7
1982 Win Percy Regno Unito Regno Unito Toyota Corolla
1983 Andy Rouse Regno Unito Regno Unito Alfa Romeo GTV
1984 Andy Rouse Regno Unito Regno Unito Rover 3500 Vitesse
1985 Andy Rouse Regno Unito Regno Unito Ford Sierra XR4ti
1986 Chris Hodgetts Regno Unito Regno Unito Toyota Corolla
1987 Chris Hodgetts Regno Unito Regno Unito Toyota Corolla
1988 Frank Sytner Regno Unito Regno Unito BMW M3
1989 John Cleland Regno Unito Regno Unito Vauxhall Astra GTE
1990 Robb Gravett Regno Unito Regno Unito Ford Sierra RS500
1991 Will Hoy Regno Unito Regno Unito BMW M3
1992 Tim Harvey Regno Unito Regno Unito BMW 318i
1993 Joachim Winkelhock Germania Germania BMW 318i
1994 Gabriele Tarquini Italia Italia Alfa Romeo 155 TS
1995 John Cleland Regno Unito Regno Unito Vauxhall Cavalier
1996 Frank Biela Germania Germania Audi A4 Quattro
1997 Alain Menu Svizzera Svizzera Renault Laguna
1998 Rickard Rydell Svezia Svezia Volvo S40
1999 Laurent Aïello Francia Francia Nissan Primera
2000 Alain Menu Svizzera Svizzera Ford Mondeo
2001 Jason Plato Regno Unito Regno Unito Vauxhall Astra Coupé
2002 James Thompson Regno Unito Regno Unito Vauxhall Astra Coupé
2003 Yvan Muller Francia Francia Vauxhall Astra Coupé
2004 James Thompson Regno Unito Regno Unito Vauxhall Astra Coupé
2005 Matt Neal Regno Unito Regno Unito Honda Integra
2006 Matt Neal Regno Unito Regno Unito Honda Integra
2007 Fabrizio Giovanardi Italia Italia Vauxhall Vectra
2008 Fabrizio Giovanardi Italia Italia Vauxhall Vectra
2009 Colin Turkington Irlanda del Nord Irlanda del Nord BMW 320si E90
2010 Jason Plato Regno Unito Regno Unito Chevrolet Cruze
2011 Matt Neal Regno Unito Regno Unito Honda Civic
2012 Gordon Shedden Regno Unito Regno Unito Honda Civic
2013 Andrew Jordan Regno Unito Regno Unito Honda Civic

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b BTCC History: Fifties, www.supertouring.co.uk. URL consultato il 14 febbraio 2012.
  2. ^ a b Welcome to the Supertouring home, www.supertouringcars.net. URL consultato il 14 febbraio 2012.
  3. ^ SuperTouring History : 1990 - Small Beginnings, www.supertouring.co.uk. URL consultato il 14 febbraio 2012.
  4. ^ BTCC Technical Regulations, www.supertouring.co.uk. URL consultato il 14 febbraio 2012.
  5. ^ SuperTouring Worldwide, www.supertouring.co.uk. URL consultato il 14 febbraio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo