British Aerospace BAe Jetstream 41

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
British Aerospace Jetstream 41
Un esemplare della Eastern Airways.
Un esemplare della Eastern Airways.
Descrizione
Tipo Aereo di linea regionale
Equipaggio Due piloti e un assistente di volo
Costruttore Regno Unito British Aerospace
Data primo volo 25 settembre 1991
Data entrata in servizio 1992
Utilizzatore principale Regno Unito Eastern Airways
Esemplari 100
Sviluppato dal Handley Page Jetstream / BAe Jetstream 31
Dimensioni e pesi
Lunghezza 19,25 m (63 ft 2 in)
Apertura alare 18,42 m (60 ft 5 in)
Altezza 5,74 m (18 ft 10 in)
Superficie alare 32,4  (349 ft²)
Carico alare 336 kg/m² (68,8 lb/ft²)
Peso a vuoto 6.416 kg (14.144 lb)
Peso max al decollo 10.886 kg (24.000 lb)
Passeggeri 29 o 30
Propulsione
Motore 2 turboeliche AlliedSignal TPE331-14GR/HR
Potenza 1.250 kW (1.650 shp)
Prestazioni
Velocità max 546 km/h (295 kt)
Velocità di salita 11,2 m/s (2.200 ft/min)
Autonomia 1 443 km (779 nmi)
Quota di servizio 7 925 m (26 001 ft)

[1].

voci di aerei civili presenti su Wikipedia
Un Jetstream 41 della cessata Origin Pacific Airways presso l'aeroporto internazionale di Wellington, Nuova Zelanda, nel giugno 2004.

Il British Aerospace Jetstream 41 è un aereo di linea regionale turboelica, progettato da British Aerospace come versione allungata del popolare Handley Page Jetstream. Nato per competere direttamente con gli altri aeroplani da 30 posti quali l'Embraer EMB 120 Brasilia, il Dornier 328 e il Saab 340, il Jetstream 41 può anche ospitare 29 passeggeri in configurazione "due a uno" come nel modello Jetstream 31. Eastern Airways è il più importante operatore mondiale con 23 unità in flotta.

Progettazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il Jestream 41 guadagnò 4,88 m (16 ft) di fusoliera, grazie all'aggiunta di una spina da 2,5 m (8 ft) davanti all'ala e una da 2,36 m (7 ft 9 in) dietro; il disegno di detta fusoliera fu completamente nuovo e non aveva nessun elemento in comune con quella da cui derivava. Il nuovo disegno richiese anche una maggiore apertura alare e il montaggio di alettoni ed ipersostentatori modificati. Le ali furono inoltre fissate sotto la fusoliera, in modo tale che non dovevano sostenere il corridoio della cabina, e permisero anche l'adozione di più ampie carenature alla radice delle ali con conseguente aumento della capienza del vano bagagli.

L'ultima versione dei motori Garrett TPE331, la "-14", erogava 1.120 kW (1.500 shp) e successivamente 1.232 kW (1.650 shp) e fu installata su gondole di nuova concezione, elevando così l'altezza da terra. La cabina di pilotaggio beneficiò di un moderno sistema EFIS e di una nuova sistemazione dei parabrezza. Il J41 fu, tra l'altro, il primo turboelica certificato sia per gli standard JAR25 che per quelli FAR25.

Storia operativa[modifica | modifica wikitesto]

Il J41 volò per la prima volta il 25 settembre 1991 e fu certificato il 23 novembre 1992. Nel gennaio 1996 il velivolo entrò a far parte di Aero International (Regional), un consorzio commerciale costituito da ATR, la francese Aérospatiale, l'italiana Alenia e British Aerospace. Le vendite furono inizialmente sostenute, tuttavia il costruttore annunciò, nel maggio 1997, il termine della produzione, fermandosi alla quota di 100 esemplari consegnati.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

A agosto 2013 rimangono complessivamente in servizio 70 Jeststream 41 così ripartiti:

Australia Australia
Colombia Colombia
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Grecia Grecia
Hong Kong Hong Kong
Messico Messico
Mozambico Mozambico
Nepal Nepal
Regno Unito Regno Unito
Un altro Jetstream 41 impiegato da Eastern Airways.
Sudafrica Sudafrica
Uruguay Uruguay
Venezuela Venezuela

Preservazione[modifica | modifica wikitesto]

Il prototipo del Jetstream 41 (matricola G-JMAC) è attualmente conservato, a cura del Jetstream Club, su una rampa dietro all'hotel Crown Plaza dell'Aeroporto John Lennon di Liverpool, edificio ricavato dal restauro dell'originario terminal aeroportuale usato dal 1936 al 1986, ovvero quando lo scalo era intitolato alla Speke Hall locale (un maniero in legno la cui costruzione ebbe inizio in piena era Tudor, nel 1530).[2]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Aerei di cui è l'evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Aerei comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Michael Taylor, Brassey's World Aircraft & Systems Directory 1996/97, Brassey's, Londra, 1996. ISBN 1-85753-198-1
  2. ^ (EN) Sito del Jetstream Club

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]