Brigitte Mira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Brigitte Mira (Amburgo, 20 aprile 1910Berlino, 8 marzo 2005) è stata un'attrice tedesca di teatro e cinema nota in Italia soprattutto per essere stata diretta da Rainer Werner Fassbinder.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di madre tedesca e di padre ebreo, durante il Terzo Reich, partecipò alla campagna di propaganda nazista "Liese und Miese", dove interpretava il ruolo di Miese (in tedesco "cattivo"), ossia il modello da evitare, secondo l'ideologia nazista, dedito al mercato nero e all'ascolto di stazioni radio nemiche. Ma la sua innata simpatia riuscì a trasformare in simpatico un personaggio "cattivo" per cui il Ministero della propaganda ben presto fu costretto a cancellare la serie in quanto controproducente. Nel dopoguerra la Mira è stata aspramente criticata per aver preso parte a quella campagna nazista.

Sebbene nata ad Amburgo si trasferì ben presto a Berlino e attraverso il suo lavoro riuscì ad incarnare il senso dell'umorismo tipico dei berlinesi.

Nel 1972 incontrò Rainer Werner Fassbinder che la notò allo Schauspielhaus di Bochum con Peter Zadek e le affidò il ruolo da protagonista nel film del 1974 La paura mangia l'anima, ruolo che la renderà nota a livello internazionale. Il film difatti venne presentato al Festival di Cannes del 1974. Per il ruolo di Emmi Kurowski, la donna delle pulizie che si innamora di un marocchino di vent'anni più giovane di lei, vinse nello stesso anno il Deutscher Filmpreis come Migliore attrice protagonista.

Al pubblico televisivo tedesco è nota soprattutto per essere stata Oma Farber nella popolarissima serie tv Drei Damen vom Grill, trasmessa dalla televisione tedesca dal 1977 al 1991.

Nel 1989 è stata premiata con il Filmband in gold alla carriera.

Morì nel 2005 all'età di 94 anni.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76540486 LCCN: n90655587