Brian Oldfield

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brian Oldfield
Dati biografici
Nome Brian Ray Oldfield
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Getto del peso
Record
Peso 22,86 m (1975)
Peso indoor 22,11 m (1975)
Disco 62,25 m (1975)
Società Chicago Track Club
Ritirato 1988
Carriera
Nazionale
1972 Stati Uniti Stati Uniti
 

Brian Ray Oldfield (Elgin, 1º giugno 1945) è un ex atleta statunitense, specializzato nel getto del peso. È stato finalista alle olimpiadi del 1972.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver partecipato alle Olimpiadi di Monaco di Baviera 1972, concludendo sesto, decise di intraprendere la carriera professionistica firmando un contratto con la International Track Associationin. Durante questi anni lanciò varie volte oltre il record del mondo raggiungendo, il 10 maggio 1975, la misura di 22,86 metri quando la miglior prestazione mondiale era stabilita da Al Feuerbach con il suo 21,82 metri. I suoi risultati non vennero però omologati come record a causa della sua condizione di professionista. Nel 1978 concluse settimo ai World's Strongest Man. Dal 1980 decise di abbandonare il mondo del professionismo e, nel 1984, a 38 anni, stabilì il nuovo record nazionale statunitense a 22,19 metri. Decise di ritirarsi dalle competizioni al termine della stagione 1988.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Durante la carriera accumulò lesioni su lesioni usando anche gli steroidi anabolizzanti pur di proseguire a gareggiare.[1] Oggi, ormai superati i 60 anni, vive solo in un piccolo condominio ad Elgin. Dopo aver subito 16 interventi chirurgici, è rimasto quasi paralizzato.[1] Attualmente è senza lavoro e si mantiene attraverso gli assegni di invalidità e i buoni pasto.[1]

Progressione[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Misura Note
1972 Olimpiadi Germania Ovest Monaco di Baviera Getto del peso 20,91 m

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) John Keilman, Oldfield down--but not for the count, Chicagotribune.com, 14 luglio 2006. URL consultato il 23 ottobre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]