Brennio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Brennio fu un leggendario sovrano del Northumberland e degli allobrogi di cui parla Goffredo di Monmouth nella sua Historia Regum Britanniae. Era figlio di Dunvallo Molmuzio e fratello di Belino. La sua figura è probabilmente basata su quella di Brenno, che nel 390 a.C. saccheggiò Roma coi sui galli senoni.

Alla morte del padre tra i due fratelli scoppiò la guerra civile per stabilire a chi dovesse andare la corona. Dopo molte battaglie gli amici dei due fratelli riuscirono a far raggiungere ai due un compromesso: Belino divenne sovrano dei britanni e Brennio sella parte settentrionale dell'isola.

Cinque anni dopo Brennio sposò la figlia del re di Norvegia senza consultare Belino, che allora invase il Northumberland e conquistò le terre di Brennio. Il re di Danimarca approdò per sbaglio con la nuova moglie di Brennio in Britannia. Belino li imprigionò e attese il ritorno del fratello. Brennio approdò ad Albany e chiese la restituzione della sua sposa, ma senza ottenerla.

I due eserciti si scontrarono a nelle foreste di Calaterium e la vittoria arrise a Belino. Brennio fuggì allora in Gallia e Belino divenne sovrano di tutta l'isola.

In Gallia egli fu accolto solo dal duca degli allobrogi, Segnio, diventando molto potente e influente, finché non sposò la figlia di quello. E alla fine, non avendo il duca eredi maschi, Brennio gli successe come duca. A questo punto con una grande esercito di galli invase la Britannia per affrontare il fratello ma la madre convinse Brennio a fare pace e i due fratelli regnarono sui loro due reami in armonia e coi loro eserciti uniti invasero la Gallia, sottomettendo dopo un anno di guerra i regni dei franchi. A questo punto Belino invase l'Italia e giunse alle porte di Roma, i cui consoli offrirono ricchezze, ostaggi e un tributo per ottenere la pace che fu concessa da Belino e Brennio, che a questo punto guidarono la loro armata in Germania.

Ma subito dopo Roma ruppe il trattato: Brennio mosse guerra ai romani mentre Belino restò a guerreggiare contro i germani (che erano aiutati da diverse truppe italiche). Dopo la partenza di Brennio i rinforzi italici che aiutavano i germani li abbandonarono nell'inutile tentativo di unirsi ai romani. Furono però attaccati e rovinosamente sconfitti dalle armate di Belino. I due fratelli posero allora l'assedio a Roma, che cadde dopo una strenua resistenza. A questo punto Belino lasciò il fratello in città e se ne tornò in Britannia.

Brennio regnò su Roma per il resto dei suoi giorni.