Breakfast Club (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Breakfast Club
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Synth pop
Periodo di attività 1979-1988
Etichetta ZE, MCA Records
Album pubblicati 1
Studio 1

I Breakfast Club erano un gruppo synth pop formatosi a New York negli anni settanta[1], in una delle prime formazioni del quale (1977) figurava anche Madonna come batterista alle prime esperienze musicali.

All'inizio degli anni ottanta la band era costituita da Daniel Gilroy (voce), Ed Gilroy (chitarra), Gary Burke (basso) Paul Kauk (tastiere), Stephen Bray (batteria).

Breakfast Club (album)[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 1.5/5 stelle[2]

Il loro primo ed unico album[2][3], l'eponimo Breakfast Club, pubblicato su LP, musicassetta e CD dalla MCA nel 1987 (catalogo MCA 5821), considerato uno dei migliori del genere synth pop anni ottanta[senza fonte], contiene pezzi scritti e composti proprio dai due ex boyfriend di Madonna: Dan Gilroy e Stephen Bray (eccettuata la cover di Expressway to Your Heart)[4], molti dei quali pubblicati come singoli.

Sempre nel 1987, Right on Track, il singolo che aveva anticipato l'album, raggiuse nella classifica USA Billboard Hot 100 la posizione n°7[2] e nel Regno Unito la n°54[5].

Lato A
  1. Never Be the Same – 4:02 (Dan Gilroy, Stephen Bray)
  2. Right on Track (feat. non accreditata Jocelyn Brown) – 4:16 (Dan Gilroy, Stephen Bray)
  3. Kiss and Tell – 4:22 (Dan Gilroy)
  4. Always Be Like This – 3:42 (Dan Gilroy, Stephen Bray)
  5. Rico Mambo – 4:26 (Dan Gilroy)
Lato B
  1. Expressway to Your Heart – 4:10 (Kenneth Gamble, Leon Huff)
  2. Specialty – 4:24 (Dan Gilroy, Stephen Bray)
  3. Standout – 3:57 (Dan Gilroy, Stephen Bray)
  4. Tongue Tied – 4:23 (Dan Gilroy, Stephen Bray)

Durata totale: 37:42

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dan LeRoy, Biografia in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 26 gennaio 2014.
  2. ^ a b c (EN) William Cooper, Recensione, scheda album, testi, classifica US in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 26 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) Scheda album, SongFacts. URL consultato il 26 gennaio 2014.
  4. ^ Autori e compositori in Network, ISWC.
  5. ^ (EN) David Roberts, British Hit Singles & Albums, 19ª ed., Londra, Guinness World Records Limited, 2006, p. 77, ISBN 1-904994-10-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]