Break, Break, Break

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Break, Break, Break
Break! Break! Break!.png
William Garwood, Vivian Rich e Jack Richardson
Titolo originale Break, Break, Break
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1914
Durata 300 metri (1 rullo)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere corto, drammatico
Regia Harry A. Pollard
Soggetto dalla poesia Break, Break, Break di Alfred Lord Tennyson
Sceneggiatura Sydney Ayres
Casa di produzione American Film Manufacturing Company
Interpreti e personaggi

Break, Break, Break è un cortometraggio muto del 1914 diretto da Harry A. Pollard, tratto dal poema che Alfred Tennyson dedicò al suo più caro amico Alfred Hallam, morto a Vienna di emorragia cerebrale. Lo sceneggiatore Sydney Ayres morirà due anni dopo, nel 1916, di sclerosi multipla a soli 37 anni.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dall'American Film Manufacturing Company

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla Mutual Film, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 9 settembre 1914 in 58 copie.

La critica[modifica | modifica sorgente]

Poco dopo la sua uscita il film viene così descritto da Moving Picture World: "Una graziosa pellicola che narra una storia d'amore idillica. Anche se basato tutto sul sentimento piuttosto che sulla suspense drammatica, il film affascina: ricrea l'atmosfera dei buoni vecchi tempi andati. Buone le immagini e anche la recitazione è di buona qualità."

La poesia di Tennyson[modifica | modifica sorgente]

  • Break, break, break,
  • On thy cold gray stones, O Sea!
  • And I would that my tongue could utter
  • The thoughts that arise in me.
  • O well for the fisherman's boy,
  • That he shouts for his sister at play!
  • O well for the sailor lad,
  • that he sings in his boat on the bay!
  • And the stately ships go on
  • To their haven under the hill;
  • But O for the touch of a vanished hand,
  • And the sound of a voice that is still!
  • Break, break, break
  • At the foot of thy crags, O Sea!
  • But the tender grace of a day that is dea

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema