Brandon Sanderson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brandon Sanderson

Brandon Sanderson (19 dicembre 1975) è uno scrittore statunitense di letteratura fantasy. Nativo del Nebraska, attualmente risiede nello Utah.

I tre romanzi della trilogia Mistborn sono pubblicati in Italia da Fanucci Editore. In seguito alla morte di Robert Jordan, autore della saga fantasy La ruota del tempo, la moglie Harriet McDougal scelse di affidare a Sanderson l'incarico di portare a termine la saga, sulla base degli appunti e delle indicazioni lasciatele dal marito: anche questi romanzi sono tradotti e pubblicati in Italia da Fanucci Editore.

Le leggi di Sanderson sono state formulate da questo autore e dovrebbero essere punto di riferimento per gli autori di narrativa di genere (p. es. fantasy, fantascienza), in tema di costruzione di un'ambientazione immaginaria.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Mistborn: Prima Trilogia[modifica | modifica wikitesto]

Mistborn: Seconda Trilogia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mistborn: La Legge Delle Lande (2011), Fanucci Editore, 2013.

Le Cronache della Folgoluce[modifica | modifica wikitesto]

La Ruota del Tempo[modifica | modifica wikitesto]

Trilogia dei Reckoners[modifica | modifica wikitesto]

  • Steelheart (2013) Fanucci editore, 2014

Altre Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Conciliatore (2009), Fanucci Editore, 2012.
  • Elantris (2005), Fanucci Editore, 2013.

Opere non ancora tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Alcatraz[modifica | modifica wikitesto]

Rithmatist series[modifica | modifica wikitesto]

Legion series[modifica | modifica wikitesto]

  • Legion (2012)
  • Skin Deep (2014)

Opere brevi[modifica | modifica wikitesto]

  • The Hope of Elantris (2006) (Novella)
  • Firstborn (2008) (Racconto)
  • Defending Elysium (2008) (Racconto)
  • Infinity Blade: Awakening (2011) (Novella)
  • Emperor's Soul (2012) (Novella)
  • Infinity Blade: Redemption (2013) (Novella)
  • Mitosis (2013) (Racconto relativo alla trilogia dei Reckoners)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 50418535 LCCN: n2004036176