Brandão

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Brandão (disambigua).
Brandão
Brandão.jpg
Dati biografici
Nome Evaeverson Lemos da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 189 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Bastia Bastia
Carriera
Squadre di club1
1998-2000 Adap Galo Maringa Adap Galo Maringá 61 (45)
2000-2001 Uniao Bandeirante União Bandeirante 26 (7)
2001-2002 Iraty Iraty 20 (7)
2002 Sao Caetano São Caetano 23 (10)
2002-2009 Sachtar Šachtar 220 (91)
2009-2010 O. Marsiglia O. Marsiglia 25 (14)
2011 Cruzeiro Cruzeiro 6 (0)
2011 Gremio Grêmio 14 (4)
2011-2012 O. Marsiglia O. Marsiglia 18 (6)
2012-2014 Saint-Etienne Saint-Étienne 19 (9)
2014- Bastia Bastia 2 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 agosto 2014

Brandão, all'anagrafe Evaeverson Lemos da Silva (San Paolo, 16 giugno 1980), è un calciatore brasiliano, attaccante del Bastia.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera da professionista nel Grêmio Maringá. Dopo un avvio non entusiasmante, viene ceduto all'União Bandeirante dove si mette in mostra con delle buone prestazioni, catturando l'attenzione di club più importanti quali Coritiba e Paraná Clube. In mancanza di offerte concrete, si trasferisce prima all'Iraty e poi, in prestito, al São Caetano, dove si farà notare mettendo a segno reti decisive per la sua squadra.

Shakhtar Donetsk[modifica | modifica sorgente]

Proprio per questa sua abilità nel segnare goal decisivi, viene notato in Europa dagli ucraini dello Shakhtar Donetsk. In terra ucraina gioca per sette stagioni, diventando il miglior marcatore del club segnando 91 goal in 220 partite di campionato.

Olympique Marsiglia[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio del 2009 passa al Marsiglia firmando un contratto di tre anni e mezzo, dopo aver rifiutato una proposta del Palmeiras. Anche in terra francese, si mette in mostra per i suoi goal decisivi, dando manforte alla squadra per la conquista della Ligue 1 e della Coupe de la Ligue nel 2010.

Ritorno in Brasile[modifica | modifica sorgente]

Indagato in Francia per stupro ai danni di una donna che aveva riaccompagnato a casa e con la quale ha ammesso un rapporto sessuale, il 18 marzo 2011, già in vacanza con la famiglia a San Paolo, viene ceduto in prestito gratuito fino a dicembre 2011 al Cruzeiro con opzione di acquisto a 4 milioni.[1] Qui tuttavia non riesce ad esprimersi al meglio, totalizzando solo 6 presenze. Il Cruzeiro non riscatta il giocatore e questi ritorna in Francia, dopo nemmeno cinque mesi. Il 6 agosto 2011 firma un altro contratto con un altro club brasiliano: il Grêmio, sempre in prestito. Alla sesta partita giocata riesce, con un potente colpo di testa, a mettere la palla in rete a otto mesi dall'ultimo centro.

Ritorno al Marsiglia[modifica | modifica sorgente]

A inizio 2012 il Marsiglia rifiuta di rinnovare il prestito. Autore di 4 goal in 14 partite, Brandão rientra dal prestito su richiesta di Didier Deschamps. Il suo rientro è coinciso con la partenza di Jordan e Andre Ayew per la Coppa d'Africa. Il primo goal stagionale lo segna in Coppa di Francia contro il Le Havre. Il 13 marzo 2012 segna l'ennesimo goal decisivo in carriera contro l'Inter nei minuti di recupero del ritorno degli ottavi di finale di Champions League, consentendo alla sua squadra di accedere ai quarti di finale. Il 14 aprile 2013 segna il goal decisivo nella finale della Coupe de la Ligue, vinta per 1-0 ai supplementari contro l'Olympique Lione. A fine stagione non gli viene rinnovato il contratto e rimane così svincolato.

Saint-Étienne[modifica | modifica sorgente]

Nella metà di agosto viene ingaggiato dal Saint-Étienne, squadra con cui disputa un campionato di vertice e con la quale il 20 aprile 2013 vince nuovamente la Coupe de la Ligue, ancora una volta grazie a una sua decisiva rete in finale contro il Rennes.

Bastia[modifica | modifica sorgente]

Il 31 luglio 2014 si trasferisce al Bastia. Il 16 agosto 2014 si rende protagonista di un episodio antisportivo: al rientro negli spogliatoi al termine della partita di campionato PSG-Bastia colpisce al volto Thiago Motta con una testata.[2]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Šachtar: 2004-2005, 2005-2006, 2007-2008
Šachtar: 2003-2004
Šachtar: 2005, 2008
Olympique Marsiglia: 2009-2010
Olympique Marsiglia: 2009-10, 2011-12
Saint-Étienne: 2012-2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Šachtar: 2008-2009

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2005-2006

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Brandao dal Marsiglia al Cruzeiro in Extra Time, 22 marzo 2011, p. 12.
  2. ^ Psg-Bastia 2-0: gol di Lucas e Cavani, Ibrahimovic infortunato, testata a Thiago Motta negli spogliatoi, gazzetta.it, 16 agosto 2014. URL consultato il 17 agosto 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (PTEN) Sito ufficiale
  • (FR) Brandão in LEquipe.fr, L'Équipe 24/24.
  • Brandão in Calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH.
  • (DEENIT) Brandão in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.