Bradypodion gutturale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bradypodion gutturale
Bradypodion gutturale.jpg
Bradypodion gutturale
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Lacertilia
Famiglia Chamaeleonidae
Sottofamiglia Chamaeleoninae
Genere Bradypodion
Specie B. gutturale
Nomenclatura binomiale
Bradypodion gutturale
(Smith, 1849)

Il camaleonte nano di Robertson (Bradypodion gutturale (Smith, 1849)) è un piccolo sauro della famiglia Chamaeleonidae, endemico del Sudafrica.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È un camaleonte di media taglia, che può raggiungere i 15 cm di lunghezza totale, di cui il 70% spetta alla coda.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie di camaleonte è diffuso nella zona centro-meridionale della Provincia del Capo occidentale, in Sudafrica. Il suo areale comprende il Piccolo Karoo e le aree montuose circostanti e si estende a ovest sino a Cederberg, a est sino a Uniondale e a sud sino alle pianure costiere di Agulhas, da Robertson alla riserva naturale De Hoop.[2]

Predilige la vegetazione del fynbos e le aree di transizione tra il fynbos e la vegetazione succulenta del Karoo.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Un test del DNA suggerisce che il Bradypodion gutturale possa essersi distinta dalle specie endemiche della foresta diversi milioni di anni fa, in coincidenza con il ritiro delle foreste e la diffusione del fynbos.[senza fonte]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bradypodion gutturale in The Reptile Database. URL consultato l'11 luglio 2013.
  2. ^ a b Tolley & Burger, 2007, op. cit., p. 68

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Tolley K. and Burger M., Chameleons of Southern Africa, Struik, 2007, ISBN 9781770073753.
  • Tolley, K.A. et al. 2006. Biogeographic patterns and phylogeography of dwarf chameleons (Bradypodion) in an African biodiversity hotspot. Molecular Ecology 15:781-793.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili