Braden Holtby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Braden Holtby
Braden Holtby 2013-02-03.JPG
Holtby con la maglia dei Washington Capitals
Dati biografici
Nazionalità Canada Canada
Altezza 185 cm
Peso 92 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Presa Sinistra
N° maglia 70
Squadra Washington Capitals Washington Capitals
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
2005-2009 Saskatoon Blades Saskatoon Blades 177 0 0 0
Squadre di club0
2009- Washington Capitals Washington Capitals 68 0 3 3
2009-2010 South Carolina Stingrays South Carolina Stingrays 12 0 1 1
2009-2013 Hershey Bears Hershey Bears 101 0 1 1
NHL Draft
2008 Washington Capitals Washington Capitals 93a scelta ass.
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 aprile 2013

Braden Holtby (Lloydminster, 16 settembre 1989) è un hockeista su ghiaccio canadese professionista, che gioca nel ruolo di portiere. Dalla stagione 2009-2010 gioca nella National Hockey League con la squadra dei Washington Capitals.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Trascorse la sua carriera giovanile in WHL con i Saskatoon Blades, prima di venire scelto in NHL dai Washington Capitals come 93a scelta totale al draft. La squadra lo assegnò inizialmente agli affiliati in ECHL dei South Carolina Stingrays, poi agli Hershey Bears in AHL, ottenendo in entrambe le formazioni ottimi risultati, in particolare nella prima stagione con i Bears (2009-2010), in cui guadagnò ben 25 vittorie in 37 gare disputate.

Il 5 novembre 2010 Holtby debuttò in NHL in una gara contro i Boston Bruins, sostituendo Michal Neuvirth; subentrato sul risultato di 3-3, riuscì a non subire gol, permettendo ai Capitals di segnarne due e vincere la partita. Due giorni dopo ottenne la sua prima presenza da titolare, in una vittoria per 3-2 in overtime contro i Philadelphia Flyers. Il 9 marzo 2011 guadagnò il suo primo shutout nella gara vinta per 5-0 contro gli Edmonton Oilers, in cui parò 22 tiri.

Nella stagione 2011-2012 giocò prevalentemente con i Bears, stante l'assunzione, da parte dei Capitals, di Tomas Vokoun e della posizione da backup di Neuvirth. Guadagnò comunque 7 presenze in stagione regolare e diventando poi titolare nei playoff, a causa degli infortuni di entrambi i portieri. Esordì quindi nel post-season nella gara-1 dei quarti di finale di Conference, partita persa 1-0 in overtime con i Boston Bruins, in cui parò 29 tiri su 30. I Capitals superarono la serie per 4-3, ma furono estromessi dalla competizione nel turno successivo dai New York Rangers in 7 gare.

Nel lock-out della stagione 2012-2013 ha giocato per gli Hershey Bears. Alla riapertura dell'NHL, è tornato ai Capitals, diventandone titolare, anche grazie al passaggio di Vokoun ai Pittsburgh Penguins.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]