Brad Holland (disegnatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bradford Wayne "Brad" Holland (Fremont, 1943) è un disegnatore e illustratore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Autodidatta, ha avuto degli inizi difficili: fu rifiutato dalla Disney, nel 1960 si trasferì a Chicago ma non riuscì ad emergere, allora andò a Kansas City a lavorare per la Hallmark. Nel 1967 si trasferì a New York, disegnando copertine per varie riviste tra le quali Playboy. Nel 1972 divenne uno degli illustratori fissi del New York Times, dove commentò in forma grafica gli eventi storici e politici più importanti.

Ha vinto numerosi premi tra i quali, nel 1991, il premio Hamilton King per il dipinto I'm Coming Apart.

In Italia la sua prima mostra personale si è tenuta nel 2006 a Torino, in occasione della XIX Fiera del libro.

Nel corso della sua carriera ha affrontato i temi più vari, dai diritti umani alla società industriale, dagli eventi culturali al mondo della moda. Si è adoperato per far riconoscere dalla critica l'illustrazione come arte a tutti gli effetti, con la stessa dignità della pittura tradizionale.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Brad Holland, Human scandals (Unknown Binding), Crowell, 1977
  • Michael Reynolds, Brad Holland, "La notte di Q", Orecchio acerbo editore, 2006

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 23074692