Braccagni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Braccagni
frazione
Panorama
Panorama
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Grosseto-Stemma.png Grosseto
Comune Grosseto-Stemma.png Grosseto
Territorio
Coordinate 42°52′26″N 11°04′29″E / 42.873889°N 11.074722°E42.873889; 11.074722 (Braccagni)Coordinate: 42°52′26″N 11°04′29″E / 42.873889°N 11.074722°E42.873889; 11.074722 (Braccagni)
Altitudine 19 m s.l.m.
Abitanti 1 558 (2010)
Altre informazioni
Cod. postale 58100
Prefisso 0564
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti braccagnini
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Braccagni

Braccagni è una frazione del comune di Grosseto, in Toscana.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Situato nella parte settentrionale del territorio comunale, sorge ai piedi della collina di Montepescali, che costituisce una delle propaggini sud-occidentali di Monte Leoni. Il paese delimita a nord la piana di Grosseto, al centro della Maremma grossetana. Dista circa 12 km dalla città capoluogo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La nascita del paese di Braccagni viene fatta risalire al 1846, quando il montepescalino Giuseppe Braccagni (1784 – 1852) aprì nel piano lungo la strada Aurelia una stazione di posta con osteria, nota comunemente come "il Braccagni". Nel 1864, con l'apertura della ferrovia Tirrenica e la realizzazione di una stazione ai piedi della collina di Montepescali, iniziò a formarsi il primo nucleo del paese, intorno alla posta del Braccagni. Nel 1911 venne ralizzato un secondo nucleo, il cosiddetto "Braccagni Nuovo" o "Braccio della Stazione", con il palazzo Pieraccini, un mulino ed un'osteria, mentre nel 1922 fu costruita la prima cabina elettrica. Fu deciso poi che dal 1º luglio 1923 il nuovo paese che si stava andando a formare avrebbe preso il nome di Montepescali Stazione, ma tale cambiamento non avvenne mai. Nel 1928 venne asfaltata la via Aurelia che attraversava il paese, prima di allora strada bianca. Con la costruzione della chiesa (1940), del distributore di benzina (1953), della scuola elementare (1954) e del campo sportivo (1954), Braccagni assunse definitivamente l'aspetto e l'identità di un moderno paese rurale.[1][2]

La chiesa di San Guglielmo d'Aquitania
Panorama di Braccagni negli anni cinquanta

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

  • Chiesa di San Guglielmo di Aquitania, chiesa parrocchiale della frazione, è stata consacrata nel 1940 ed elevata a parrocchia l'anno successivo. L'edificio è stato oggetto di restauro nel 2014. La parrocchia di Braccagni conta circa 1450 abitanti.[3]

Architetture civili[modifica | modifica sorgente]

  • Il Braccagni, primo edificio da cui poi ha avuto origine l'eponimo paese, costruito da Giuseppe Braccagni nella metà del XIX secolo come osteria e stazione di posta. Nel 1916 il palazzo risuta essere in pessime condizioni, ma dopo l'acquisto da parte di due sorelle l'intero stabile venne ristrutturato in stile eclettico. Oggi è ancora visibile lungo la strada Aurelia.
  • Palazzo Pieraccini, costruito nel 1911 e situato all'angolo tra la strada Aurelia e via dei Garibaldini, era residenza della nota famiglia locale dei Pieraccini.[4]
  • Fattoria Acquisti, situata pochi chilometri a ovest dell'abitato, è così denominata perché molti dei suoi terreni divennero coltivabili a seguito delle grandi opere di bonifica idraulica iniziate nel XVIII secolo.
  • Centro fieristico del Madonnino, noto anche come Centro FIMAR, grande polo fieristico del comune di Grosseto, è situato nei pressi della fattoria del Madonnino, poco a nord dell'abitato di Braccagni. Il centro fiere è stato completamente rinnovato tra il 2005 e il 2006 su progetto di Marzio Flavio Morini e si presenta come una moderna e funzionale struttura in architettura contemporanea.[5][6]

Società[modifica | modifica sorgente]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica sorgente]

  • Festa del maggio, tradizionale festa della Maremma celebrata tra il 30 aprile ed il 1º maggio, prevedeva feste e banchetti nelle vie dei borghi con musiche, canti e recitazione di poesie estemporanee in ottava rima.[7]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Ogni anno si tiene a Braccagni la Fiera del Madonnino, EXPO del comune di Grosseto, giunta alla trentatreesima edizione.

Di notevole interesse sono anche il Maremma Wine Shire, dedicata al vino maremmano che ha riportato un discreto successo tanto da essere stata riproposta anche a Verona, Milano e Roma, e il Maremma Food Shire, incentrata invece sui prodotti locali. Entrambi gli eventi erano ospitati presso il centro fieristico del Madonnino, ma a partire dal 2013 sono stati trasferiti nel centro storico di Grosseto con l'ideazione della kermesse combinata Maremma Wine&Food Shire.

Persone legate a Braccagni[modifica | modifica sorgente]

Geografia antropica[modifica | modifica sorgente]

La frazione è stata fino al 2011 la sede della circoscrizione n.7 Braccagni-Montepescali.

Intorno al paese sono poi situate altre località che dipendono da esso, le cui principali sono: Acquisti (85 abitanti), Madonnino (8 ab.), dove è situata una grande area artigianale ed il polo fieristico di Grosseto, e Versegge (137 ab.).[8]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

Braccagni è servita da uno svincolo della superstrada Variante Aurelia tra Livorno e Grosseto. Lo svincolo è situato in località Madonnino, a nord dell'abitato tra il centro della frazione e il polo fieristico del comune di Grosseto.

Ferrovie[modifica | modifica sorgente]

A Braccagni, data la sua posizione ai piedi della collina di Montepescali, è situata la stazione di Montepescali, posta lungo la ferrovia Tirrenica ed inaugurata nel 1864. Per questo, inizialmente, il paese di Braccagni era noto anche con il nome di Montepescali Stazione.

Sport[modifica | modifica sorgente]

A Braccagni è situato il vecchio campo sportivo Valentino Mazzola, inaugurato nel 1954. Qui ha sede l'Unione Sportiva Braccagni, fondata nel 1965, attualmente militante nel campionato di terza categoria.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Storia di Braccagni su Braccagni Cultura.
  2. ^ Storia di Braccagni su Braccagni Info.
  3. ^ Parrocchia di Braccagni sul sito della CEI.
  4. ^ I Pieraccini su Braccagni Info.
  5. ^ Barbara Catalani, Marco Del Francia, Giovanni Tombari, Itinerari di architettura contemporanea. Grosseto e provincia, ETS, Pisa, 2011, p. 108.
  6. ^ Flavio Morini, Centro FIMAR, in "Architetture Grosseto", n. 3, Pisa, ETS, 2007, pp. 14-17.
  7. ^ La festa del maggio su Braccagni Info.
  8. ^ Dati comune di Grosseto 2009. Cfr. Emilio Bonifazi, Grosseto e i suoi amministratori dal 1944 al 2009, Editrice Innocenti, Grosseto, 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]