Brabante Settentrionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Brabante.
Brabante Settentrionale
provincia
Noord Brabant
Brabante Settentrionale – Stemma Brabante Settentrionale – Bandiera
Localizzazione
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Amministrazione
Capoluogo Boscoducale
Commissario della Regina Wim van de Donk
Data di istituzione 1815
Territorio
Coordinate
del capoluogo
51°41′21″N 5°18′11″E / 51.689166°N 5.303055°E51.689166; 5.303055 (Brabante Settentrionale)Coordinate: 51°41′21″N 5°18′11″E / 51.689166°N 5.303055°E51.689166; 5.303055 (Brabante Settentrionale)
Superficie 5 081,76 km²
Abitanti 2 462 188 (2011)
Densità 484,51 ab./km²
Comuni 67
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 NL-NB
Cartografia

Brabante Settentrionale – Localizzazione

Sito istituzionale
Gonfalone della provincia

Il Brabante Settentrionale (in olandese Noord-Brabant ascolta[?·info]) è una provincia dei Paesi Bassi, situata nella parte sud della nazione. Confina con il Belgio (province di Anversa e del Limburgo nelle Fiandre) a sud, con il Limburgo ad est, con la Zelanda a ovest e con l'Olanda Meridionale e la Gheldria a nord, oltre il fiume Mosa (Maas).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fino al XVII secolo, l'area che oggi costituisce la provincia del Brabante Settentrionale apparteneva in gran parte al Ducato di Brabante (la cui parte meridionale si trova nell'attuale Belgio) anche se nel tempo diverse sue aree sono state entità autonome. Il XIV ed il XV secolo furono un periodo di grande prosperità, in particolare per le città di Anversa, Lovanio (entrambe in Belgio), Breda e Den Bosch ('s-Hertogenbosch). A partire dalla fine del XV secolo il ducato del Brabante fece parte (con il resto delle Fiandre) dei domini degli Asburgo, passando nel 1558 alla Spagna.

Dopo la firma dell'Unione di Utrecht nel 1579, il Brabante divenne campo di battaglia tra i ribelli (protestanti) della Repubblica delle Sette Province Unite dei Paesi Bassi e la Spagna (cattolica). Con la Pace di Vestfalia del 1648, la parte settentrionale del Brabante divenne parte dei Paesi Bassi come territorio dello Staats-Brabant ("Possedimento statale del Brabante", dove "statale" indicava la Repubblica delle province unite nel suo complesso) sotto governo federale. Le sette province "ufficiali" della Repubblica erano invece autonome dal governo federale per i loro affari interni.

I tentativi di predicare il protestantesimo fallirono, e l'area divenne una zona cuscinetto militare. Nel 1796, quando i Paesi Bassi divennero la Repubblica Batava, lo Staats-Brabant divenne una provincia, col nome di Bataafs Brabant. Questo status cessò per un breve periodo (1810-1813) quando la regione fu annessa alla Francia e la regione venne divisa in diversi dipartimenti.

Nel 1815, il Belgio e i Paesi Bassi furono uniti nel Regno Unito dei Paesi Bassi, e la provincia del Brabante Settentrionale venne istituita, allo scopo di separarla dal Brabante Meridionale, nell'odierno Belgio, che si staccò dal Regno nel 1830. Questo confine tra Paesi Bassi e Belgio è particolare, poiché non forma una linea continua, ma presenta una manciata di enclavi (e persino enclavi nelle enclavi) su ambo i lati della frontiera.

Dalla fine del XIX secolo, la provincia divenne sempre più industrializzata. L'industria tessile si sviluppò a Tilburg e Helmond, mentre la cittadina di Eindhoven crebbe fino a diventare una città grazie alla Philips e alla DAF.

Politica[modifica | modifica sorgente]

Il consiglio provinciale (Provinciale Staten) ha 79 seggi, ed è presieduto da un Commissario della Regina, attualmente (2010) Wim van de Donk. Mentre il consiglio provinciale viene eletto dagli abitanti, il Commissario è nominato dalla Regina e dal governo olandese. Con 28 seggi, i cristiano-democratici del CDA sono il principale partito del consiglio.

Gli affari quotidiani della provincia sono curati dal Gedeputeerde Staten, anch'esso presieduto dal Commissario; i suoi membri (gedeputeerden) possono essere paragonati a dei ministri.

Municipalità[modifica | modifica sorgente]

Il Brabante Settentrionale è attualmente diviso in 68 municipalità (gemeenten). Tradizionalmente, quasi ogni cittadina costituiva una municipalità separata, ma il loro numero venne ridotto di molto negli anni novanta, incorporando le cittadine più piccole nelle città vicine o tramite fusioni. Elenco delle municipalità del Brabante Settentrionale.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Come gran parte dei Paesi Bassi, il Brabante Settentrionale è principalmente pianeggiante. Gran parte della popolazione vive nelle aree urbane mentre le campagne sono relativamente disabitate, anche se la maggior parte del terreno è coltivato. Comunque si possono trovare anche foreste e terreni incolti.

Il fiume Mosa costituisce il confine settentrionale della provincia. Il suo delta scorre attraverso la zona di Biesbosch, che è un parco nazionale.

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'occupazione viene fornita da agricoltura, industria e servizi. I principali prodotti agricoli sono frumento e barbabietola da zucchero, mentre mucche e maiali sono il bestiame allevato in maggioranza. Le industrie principali sono quella automobilistica e quella elettronica (basate soprattutto a Eindhoven), i settori tessile e calzaturiero.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paesi Bassi