Boutros Boutros-Ghali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Boutros Boutros-Ghali
Naelachohanboutrosghali-2.jpg

Segretario generale delle Nazioni Unite
Durata mandato 1º gennaio 1992 –
31 dicembre 1996
Predecessore Javier Pérez de Cuéllar Guerra
Successore Kofi Annan

Dati generali
Partito politico Unione Socialista Araba (prima del 1978)
Partito Nazionale Democratico (dal 1978 al 2011)
Indipendente (dal 2011)
Alma mater Università del Cairo
Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne
Istituto di studi politici di Parigi

Boutros Boutros-Ghali (IPA: [ˈbotɾos ˈbotɾos ˈɣæːli]) (in arabo: بطرس بطرس غالي, in copto: Bουτρος Βουτρος-Γαλι; Il Cairo, 14 novembre 1922) è un politico e diplomatico egiziano. È stato il Segretario generale delle Nazioni Unite dal gennaio 1992 al dicembre 1996.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Boutros-Ghali nasce ad Il Cairo il 14 novembre del 1922 da un'abbiente famiglia copta (Boutros, o meglio Butros, in arabo vuol dire Pietro) che aveva già espresso un primo ministro dell'Egitto, Butros Ghali Pascià (18461910).

Si laurea all'Università del Cairo nel 1946, ottiene un dottorato in Diritto internazionale all'Università di Parigi e un diploma in Relazioni internazionali presso l'Institut d'Études Politiques di Parigi nel 1949.

Nel 1998 ha ricevuto il Premio Internazionale Vittorino Colombo, assegnatogli dalla Fondazione Vittorino Colombo.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Compagno Onorario dell'Ordine del Canada (Canada) - nastrino per uniforme ordinaria Compagno Onorario dell'Ordine del Canada (Canada)
«Sia come, giurista e diplomatico, studioso o direttore di istituzioni internazionali, Boutros Boutros-Ghali è stato implacabile nei suoi sforzi per promuovere la pace. Come Segretario Generale delle Nazioni Unite, ha svolto un importante ammodernamento delle Nazioni Unite. Quest'uomo, per il quale la cultura è un veicolo importante per la pace, ha fortemente promosso il dialogo interculturale come primo segretario generale dell'Organizzazione internazionale della Francofonia. Egli rimane uno strenuo difensore dei diritti umani e di un approccio più democratico e umano alla globalizzazione.»
— nominato l'8 maggio 2003, investito il 7 maggio 2004[1]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
— Roma, 31 gennaio 1982[2]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito del Granducato di Lussemburgo (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito del Granducato di Lussemburgo (Lussemburgo)
Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella di Romania (Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella di Romania (Romania)
— 2000
Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Sito web del Governatore Generale del Canada: dettaglio decorato.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Segretario generale delle Nazioni Unite Successore Flag of the United Nations.svg
Javier Pérez de Cuéllar 1º gennaio 1992 - 31 dicembre 1996 Kofi Annan

Controllo di autorità VIAF: 70058304 LCCN: n82164415