Boukha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boukha
Bottiglia di Boukha l'Oasis, etichetta.
Bottiglia di Boukha l'Oasis, etichetta.
Origini
Luogo d'origine Tunisia Tunisia
Creato da Abraham Bokobsa
Dettagli
Categoria bevanda
 

Il Boukha è un'acquavite di fichi tipica della Tunisia. La parola, in dialetto tunisino, significa vapore d'alcool[1], mentre in francese viene detto eau de vie de figue. La bevanda si ottiene per semplice distillazione di fichi di origine tunisina e turca. Si presenta incolore, trasparente con gradazione alcolica di circa il 36%. Il gusto è leggermente secco.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Boukha fu ideato e distillato per la prima volta nel 1880 da Abraham Bokobsa, liquorista tunisino di origini ebraiche, nella sua distilleria a La Soukra, centro abitato nei pressi di Tunisi. La bevanda ottenne un rapido successo a livello internazionale, cosa che valse a Bokobsa numerosi riconoscimenti in occasione di varie mostre ed esposizioni.[2].

Degustazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Boukha può essere servito sia ghiacciato come aperitivo che liscio a temperatura ambiente come digestivo. Si presta inoltre come base di alcuni cocktail, può essere miscelato con succhi di frutta ed aggiunto alle macedonie per esaltarne il sapore[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Boukha, Sito ufficiale del Poli Museo della Grappa.
  2. ^ (FR) La Famille Bokobsa, Bokobsa.com.
  3. ^ (FR) Boukha, Bokobsa.com.