Botia udomritthiruji

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Botia udomritthiruji
Botia sp Tenasserim.jpg Botia udomritthiruji.jpg
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Sottordine Cyprinoides
Famiglia Cobitidae
Sottofamiglia Botiinae
Genere Botia
Specie B. udomritthiruji
Nomenclatura binomiale
Botia udomritthiruji
Ng, 2007

Botia udomritthiruji Ng, 2007 è un pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia Cobitidae e alla sottofamiglia Botiinae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Proviene dal Tenasserim in Myanmar[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il corpo ha la forma tipica dei Botia, compresso lateralmente e appiattito sul ventre. La bocca è circondata da barbigli. La colorazione è composta da fasce scure e giallastre, presenti anche sulle pinne. Questa specie può essere confusa con Botia rostrata e Botia histrionica, ma si distingue per il disegno piuttosto regolare anche negli esemplari adulti e per la colorazione a fasce gialle, mai bianche[3][4]. Raggiunge gli 11,5 cm di lunghezza[2].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è ancora poco conosciuta a causa della situazione politica instabile della zona da cui proviene[1]. Si ipotizza che in natura la sua dieta sia simile a quella di tutti gli altri Botia e che consista quindi in crostacei, molluschi e larve di insetti[5].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

È un pesce oviparo.

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

È una specie non commercializzata per l'allevamento in acquario poiché è originario di un'area montuosa difficile da raggiungere (Tenasserim) e soprattutto perché quella regione è abitata da popolazioni ribelli al governo birmano[1][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Vidthayanon, C. (2012), Botia udomritthiruji in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) B. udomritthiruji in FishBase. URL consultato il 30 novembre 2014.
  3. ^ a b (EN) Emperor Botia (Botia udomritthiruji) in loaches.com. URL consultato il 30 novembre 2014.
  4. ^ (EN) Botia udomritthiruji in seriouslyfish.com. URL consultato il 30 novembre 2014.
  5. ^ scheda sul Botia imperatore

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]