Boston Public Library

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boston Public Library
Boston Public Library
Stato USA
Regione Massachusetts
Città Boston
Tipo Pubblica
Numero opere 8.9 milioni (libri)
Apertura 1898
Sito http://www.bpl.org
Una veduta della biblioteca.
L'interno della biblioteca.

La Boston Public Library, fondata nel 1848 è la biblioteca municipale pubblica di Boston, negli Stati Uniti. È stata la prima biblioteca aperta al grande pubblico negli Stati Uniti, e la prima biblioteca pubblica a permettere alle persone di prendere in prestito libri ed altro materiale. La Boston Public Library è anche chiamata biblioteca di ultimo ricorso[1] del Massachusetts; tutti i residenti adulti dello Stato hanno il diritto di usufruire dei servizi della biblioteca che riceve finanziamenti statali. Secondo il suo sito web, la Boston Public Library contiene 8.9 milioni di libri ed approssimativamente 22 milioni di articoli in totale[2], rendendola la più grande biblioteca pubblica degli Stati Uniti.[3]

La Boston Public Library è membro dell'Association of Research Libraries (ARL), un'organizzazione senza scopo di lucro che comprende le biblioteche specialistiche dell'America del Nord. La New York Public Library è l'unica altra biblioteca pubblica membro dell'ARL. La biblioteca ha i suoi punti di forza nell'arte e nella storia dell'arte (disponibili al terzo piano dell'edificio McKim), e nella storia americana, e mantiene un archivio di documenti governativi.

Incluse nelle collezioni specialistiche della Boston Public Library ci sono più di 1,7 milioni di libri rari e manoscritti. La biblioteca possiede documenti importantissimi, inclusi manoscritti medievali e incunabili, prime edizioni di opere di William Shakespeare, la collezione di letteratura spagnola di George Ticknor, una larga collezione di Daniel Defoe, registrazioni della Boston coloniale, la biblioteca personale di John Adams composta da 388 volumi, la biblioteca matematica e astronomica di Nathaniel Bowditch, importanti archivi di manoscritti sull'abolizionismo, inclusi i fogli di William Lloyd Garrison ed un'importante collezione di materiale sul caso Sacco e Vanzetti. Inoltre la biblioteca contiene una larga collezione di stampe, fotografie, cartoline e mappe. La biblioteca, per esempio, ospita una delle maggiori collezioni di acquerelli e disegni di Thomas Rowlandson. La biblioteca è inoltre particolarmente fornita per ciò che riguarda la musica, e possiede gli archivi della Handel and Haydn Society, gli spartiti provenienti dalla tenuta di Serge Koussevitzky, e le carte del compositore americano Walter Piston.

Per tutte queste ragioni, lo storico David McCullough ha descritto la Boston Public Library come una delle cinque più importanti biblioteche d'America, insieme alla biblioteca del Congresso, alla New York Public Library, ed alle librerie universitarie di Harvard e Yale.

Il 7 giugno 2013, all'interno della Boston Public Library, si è svolta la cena di gala, curata dalla chef Lucia Pavin, organizzata dalla municipalità di Boston in occasione del trentesimo anniversario del gemellaggio fra Padova e Boston e in occasione dell'anno della cultura italiana negli Stati Uniti.[4]

Negli ultimi anni è stata evidenziata una inadeguatezza dei finanziamenti destinati alla biblioteca, soprattutto in confronto con la New York Public Library, con la conseguenza che molti documenti fragili si stanno rapidamente decomponendo, e come notato dal The Boston Globe, "stanno cadendo a pezzi".[5] Per tale ragione la biblioteca sta valutando il taglio di alcune delle sue filiali e agenti.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Declared in 1970 by law. Massachusetts General Laws, Chapter 78, Section 19C, paragraph 4
  2. ^ An Overview: 2010 The Boston Public Library. January 19, 2010.
  3. ^ BPL - History and Description
  4. ^ Elvira Scigliano, Rossi e Lucia Pavin a Boston per i 30 anni del gemellaggio in Il Mattino di Padova, 8 giugno 2013. URL consultato l'11 dicembre 2013.
  5. ^ Brian MacQuarrie, Library lacks means to repair old tomes in The Boston Globe, 6 ottobre 2006. URL consultato il 6 ottobre 2006.
  6. ^ Andrew Ryan, Library may cut 10 of its branches: Boston weighs layoff of quarter of staff in The Boston Globe, 18 febbraio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America