Born to Be Blue (Grant Green)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Born to Be Blue
Artista Grant Green
Tipo album Studio
Pubblicazione 1985
Dischi 1
Tracce 6
Genere Jazz
Etichetta Blue Note Records
Produttore Alfred Lion
Grant Green - cronologia
Album precedente
(1961)
Album successivo
(1962)

Born to Be Blue è un album di Grant Green, pubblicato dalla Blue Note Records nel 1985. Il disco fu registrato negli studi di Rudy Van Gelder a Englewood Cliffs in New Jersey (Stati Uniti).

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Lato A
  1. Someday My Prince Will Come – 6:26 (Frank Churchill, Larry Morey) – Registrato il 1º marzo 1962 a Englewood Cliffs, N.J.
  2. Born to Be Blue – 4:52 (Mel Tormé, Robert Wells) – Registrato il 1º marzo 1962 a Englewood Cliffs, N.J.
  3. If I Should Lose You – 6:02 (Ralph Rainger, Leo Robin) – Registrato il 1º marzo 1962 a Englewood Cliffs, N.J.
Lato B
  1. Back in Your Own Backyard – 8:02 (Dave Dreyer, Al Jolson, Billy Rose) – Registrato il 1º marzo 1962 a Englewood Cliffs, N.J.
  2. My One and Only Love – 5:47 (Robert Mellin, Guy Wood) – Registrato il 1º marzo 1962 a Englewood Cliffs, N.J.
  3. Count Every Star – 6:18 (Bruno Coquatrix, Sammy Gallop) – Registrato il 23 dicembre 1961 a Englewood Cliffs, N.J.
Edizione CD del 1989, pubblicato dalla Blue Note Records
  1. Someday My Prince Will Come – 6:26 (Frank Churchill, Larry Morey)
  2. Born to Be Blue – 4:52 (Mel Tormé, Robert Wells)
  3. Born to Be Blue – 4:33 (Mel Tormé, Robert Wells) – Bonus track-alternate take
  4. If I Should Lose You – 6:02 (Ralph Rainger, Leo Robin)
  5. Back in Your Own Back Yard – 8:02 (Dave Dreyer, Al Jolson, Billy Rose)
  6. My One and Only Love – 5:47 (Robert Mellin, Guy Wood)
  7. Count Every Star – 6:18 (Bruno Coquatrix, Sammy Gallop)
  8. Cool Blues – 7:42 (Charlie Parker) – Bonus track
  9. Outer Space – 8:40 (Grant Green) – Bonus track

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

jazz Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz