Borislav Jovanović

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Borislav Jovanović (Danilovgrad, 16 ottobre 1941) è uno scrittore montenegrino e precedentemente jugoslavo, fino alla definitiva conclusione dell'esperienza federativa della Jugoslavia avvenuta nel 2003, nonché serbo-montenegrino, fino alla scissione della Serbia e Montenegro in due stati indipendenti nel 2006 [1][2][3].

Laureato in filologia presso l'Università di Belgrado, ha partecipato alla dura polemica sul riconoscimento ufficiale della lingua montenegrina e più in generale sulle rivendicazioni culturali e nazionali che hanno portato alla formazione dello stato del Montenegro nel 2006 e al riconoscimento del montenegrino come lingua ufficiale nella Costituzione del Montenegro del 2007.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il vecchio e le stelle (1979)
  • Tagliare (2001)
  • Libroscopia: Letteratura moderna montenegrina (2005)
  • Biblion: Poesia del montenegrina (2006)
  • Cenotafio (2006)
  • Thanatos Prigioniero (2010)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Borislav Jovanović the "Montenegrin literary urbanity"
  2. ^ Book "Svemoderna Montenegrina" with depictions of contemporary Montenegrin literature and historiography
  3. ^ Borislav Jovanović on the first printed "History of Montenegro" from 1754

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 13631473 LCCN: n81056471