Boris Markovič Verlinskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boris Markovič Verlinskij

Boris Markovič Verlinskij (Artemivsk, 8 gennaio 1888Mosca, 30 ottobre 1950) è stato uno scacchista ucraino (sovietico dal 1922).

Fu uno dei più forti giocatori sovietici degli anni '20. Il suo più grande successo è stata la vittoria nel 6° campionato sovietico, che si giocò a Odessa nel 1929. Era sordomuto dalla nascita.

Nel grande torneo internazionale di Mosca del 1925 (vinto da Efim Bogoljubov) sconfisse nell'incontro diretto in una famosa partita l'allora campione del mondo José Raúl Capablanca[1].

Nel corso della sua carriera sconfisse anche altri grandi campioni, come Alexander Alekhine[2], Efim Bogoljubov[3], Akiba Rubinstein[4], David Bronstein[5] e Andor Lilienthal[6].

Altri notevoli risultati furono i seguenti:

  • 1910 : 1° nel campionato della Russia meridionale di Odessa
  • 1912 : 1° al campionato di Odessa
  • 1924 : 2° al campionato di Mosca
  • 1925 : 4° al campionato sovietico
  • 1926 : =1° al campionato ucraino
  • 1928 : 1° al campionato di Mosca
  • 1933 : 2° dietro Bohatirchuk nel quadrangolare di Mosca

Nel 1950 la FIDE gli attribuì il titolo di Maestro Internazionale (quando il titolo venne istituito).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi la partita Verlinsky-Capablanca online
  2. ^ Vedi la partita Verlisky-Alekhine online
  3. ^ Vedi la partita Verlinsky-Bogoljubov online
  4. ^ Vedi la partita Verlinsky Rubinstein online
  5. ^ Vedi la partita Verlinsky-Bronstein online
  6. ^ Vedi la partita Lilienthal-Verlinsky online

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]