Borbone-Busset

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Borbone-Busset

BussetAncien.png

Stemma antico dei Borbone-Busset

Blasonatura
D'azzurro seminato di gigli d'oro (Di Francia antica), con una banda di rosso; il capo d'argento con la croce potenziata d'oro con quattro crocette dello stesso agli angoli (di Gerusalemme)

La Casa di Borbone-Busset è un ramo dei Borbone, considerato illegittimo e non dinastico fin dalla decisione di Luigi XI di Francia. Essendo però canonicamente legittima, è anche in linea di discendenza maschile la più antica tuttora esistente tra quelle discese dai capetingi, anche degli attuali rami di casa Borbone. Il capo della dinastia porta il titolo di conte di Busset fin dal matrimonio del suo primo membro con la baronessa di Busset nel XV secolo.

Origini[modifica | modifica sorgente]

La linea di Borbone-Busset discende in linea maschile dal figlio di Luigi di Borbone, Principe-Vescovo di Liegi (1438-1482), figlio del duca Carlo I di Borbone. Luigi, cugino di sesto grado del re Carlo VII di Francia sposò, senza autorizzazione reale, Caterina di Egmont, figlia di Arnoldo, duca di Gheldria. Da questa unione, o da un'amante di Luigi, nacque un figlio che sposandosi poi con l'erede del baronato di Busset, fu elevato al titolo di conte di Busset.

Benché l'unione fra Luigi e Caterina sia avvenuta prima che il principe fosse consacrato prete, il che avrebbe reso canonicamente impossibile le nozze, questa fu mantenuta segreta, andando contro gli interessi di Luigi XI di Francia: le alleanze francesi nei Paesi Bassi non erano compatibili con quelle della Casa di Egmont. Il re francese quindi annullò l'unione, dichiarando qualsiasi figlio nato dal matrimonio come illegittimo.

Le annotazioni e le cronache sono poco chiare nello spiegare come Luigi e Caterina abbiano avuto una discendenza maschile che sopravvisse loro: questa potrebbe essere la prova che i Borbone-Busset discendano da una relazione fra Luigi di Borbone ed una sua amante.

Età moderna[modifica | modifica sorgente]

Borbone-Busset

Blason famille Bourbon-Busset moderne.svg

Stemma moderno dei Borbone-Busset

Blasonatura
D'azzurro seminato di gigli d'oro, con un bastone di rosso, con una banda di rosso (illegittimi dei Borboni); il capo d'argento con la croce potenziata d'oro con quattro crocette dello stesso agli angoli (di Gerusalemme)

I membri della famiglia Borbone-Busset successivamente ottennero i titoli di conti di Châlus e conti di Lignières; la figlia ed erede di Cesare Borgia sposò un conte di Busset.

Quando la Dinastia Valois-Angoulême regnante sul trono di Francia si avvicinò all'estinzione alla fine del XVI secolo, Antonio di Borbone duca di Vendôme fu riconosciuto premier prince du sang, cioè più prossimo principe del sangue, anche se discendeva soltanto da Giacomo I di Borbone-La Marche (1315-1362), fratello minore del duca Pietro I di Borbone.

Se i Borbone-Busset fossero stati ritenuti pienamente legittimi, la posizione di primo principe del sangue sarebbe andata al conte di Busset anziché al duca Antonio. Invece i Borbone-Busset, credendo di essere una linea illegittima, de iure o de facto, non avanzarono mai pretesa su quella posizione e non svolsero alcun ruolo particolare negli eventi successivi, che sfociarono nelle guerre religiose in Francia fra i protestanti ed i cattolici.

Similmente, alla morte di re Enrico III di Francia la corona sarebbe dovuta passare a Cesare di Borbone-Busset (1565-1630), cugino di decimo grado in linea maschile del defunto sovrano: questi tuttavia non fece pretesa al trono e lasciò che suo cugino agnatico di settimo grado, re Enrico III di Navarra, figlio del defunto Antonio di Borbone, divenisse Re di Francia.

Successione dei Busset[modifica | modifica sorgente]

  • Claudio I (1531-88), pronipote di Luigi di Borbone, Principe Vescovo di Liegi, ottenne il titolo di Busset per successione della nonna paterna Margherita d'Alégre, morta nel 1531
  • Cesare (1565-1630), figlio del precedente
  • Claudio II (1589-1641), figlio del precedente
  • Giovanni I Luigi (1597-1667), fratello del precedente
  • Luigi I (1648-77), figlio del precedente
  • Luigi II (1672-1724), figlio del precedente
  • Francesco (1722-93), figlio del precedente
  • Luigi il Marchese di Borbone-Busset (1749-1829), figlio del precedente e di Maddalena di Clermont-Tonnerre de Vauvillars
  • Francesco (1782-1856), figlio del precedente e di Elisabetta Bourgeois
  • Carlo (1819-97), figlio del precedente e di Carlotta de Gontaut
  • Roberto (1848-1918), figlio del conte Gaspare di Chalus, fratello del precedente, e di Celeste de Bravards
  • Francesco (1875-1954), figlio del precedente e di Luisa de Nédochel
  • Giacomo (1912-2001), figlio del precedente
  • Carlo, nato nel 1945, quattordicesimo conte di Busset, figlio del precedente e di Lorenza Ballande. Sposato con Arianna Fauger, suo erede è il figlio Filippo.

Ventesimo secolo[modifica | modifica sorgente]

Tra gli ultimi membri della Casa di Borbone-Busset ci sono stati:

Come moglie di Saverio, Maddalena divenne per i Carlisti nel 1952 regina consorte di Spagna e nel 1974 divenne duchessa titolare di Parma. Tra i suoi figli ci sono Carlo Ugo di Borbone-Parma, duca di Parma e pretendente carlista, e Sisto Enrico di Borbone-Parma.

Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia di famiglia