Booth Colman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Booth Colman (Portland, 8 marzo 192315 dicembre 2014) è stato un attore statunitense.

Nel corso della sua carriera televisiva è stato accreditato in oltre 120 produzioni dal 1953 al 2008. Ha partecipato inoltre a più di 40 film per il grande schermo dal 1952 al 2003.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Booth Colman nacque a Portland l'8 marzo 1923. Debuttò al cinema e in televisione agli inizi degli anni cinquanta. La sua lunga serie di partecipazioni per il piccolo schermo si compone di numerose interpretazioni in serie televisive. Tra i personaggi comparsi in più di un episodio si possono trovare Zaius in sei episodi della serie Il pianeta delle scimmie nel 1974, Schnider in un doppio episodio della serie Delvecchio nel 1977 e il dottor Felix Burke in cinque episodi della serie Febbre d'amore nel 1986. Dagli anni cinquanta continuò a collezionare numerose presenze in decine di serie televisive come guest star o personaggio minore, occasionalmente con ruoli diversi in più di un episodio.[2]

Per il grande schermo ha interpretato, tra gli altri, Hiram in Il calice d'argento del 1954, Capt. Stanhope in Il covo dei contrabbandieri del 1955, Mories in Mondo senza fine del 1956, Maxler in I trafficanti di Hong Kong del 1956, il tenente Stefko in The Beast of Budapest del 1958, Angelo Guglietta in Runaway Girl del 1965, il governatore Murray in L'ultimo eroe del West del 1971, il professor Halton in I Love You... Good-bye del 1974 e il dottor Watson in Norma Rae del 1979.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Internet Movie Database, op. cit.
  2. ^ (EN) IMDb, Ruoli in serie televisive. URL consultato il 10 dicembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 168957399 LCCN: no2014110563