Bonnie Bonnie Lassie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bonnie Bonnie Lassie
Titolo originale Bonnie Bonnie Lassie
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1919
Durata 60 min. (6 rulli)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere comico
Regia Tod Browning

Fred Tyler (aiuto regista)

Soggetto Waldemar Young da Auld Jeremiah di Henry C. Rowland
Sceneggiatura Tod Browning, Violet Clark, Waldemar Young
Casa di produzione Universal Film Manufacturing Company
Fotografia William Fildew
Interpreti e personaggi

Bonnie Bonnie Lassie è un film muto del 1919 diretto da Tod Browning.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dall'America, Alisa Graeme si reca in Europa dove, in Scozia, va a fare visita a Jeremiah Wishart, un vecchio amico di suo nonno. Wishart, ricco gentiluomo, è favorevolmente impressionato dalla ragazza, tanto da pensare di combinare un matrimonio tra lei e suo nipote David. Ma David non è per niente d'accordo: senza aver mai incontrato Alisa, lascia la casa e se ne va. Wishart propone alla ragazza un altro dei suoi nipoti ma lei decide di andarsene. Incontra così un giovane pittore che viaggia per il paese. I due si mettono insieme, dipingendo cartelloni e innamorandosi l'uno dell'altra. Ma il pittore dichiara che non si sposerà se non quando riuscirà a mettere insieme del denaro. Alisa, allora, lo lascia arrabbiata e ritorna da Jeremiah. Dalla sua sedia a rotelle, l'anziano signore vede sulla strada suo nipote che sta dipingendo un cartellone e una ragazza che arriva ad aiutarlo. Jeremiah è furibondo con David ma poi si ammorbidisce quando riconosce nella ragazza proprio Alisa. I due giovani si rendono allora conto dell'identità del proprio compagno e il progetto matrimoniale di Jeremiah può andare finalmente in porto.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dall'Universal Film Manufacturing Company con il titolo di lavorazione Auld Jeremiah[1].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dall'Universal Film Manufacturing Company, uscì nelle sale cinematografiche USA il 5 ottobre 1919.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Silent Era

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 ISBN 0-520-06301-5
  • (EN) Clive Hirschhorn, The Universal Story, Octopus Books - London, 1983 ISBN 0-7064-1873-5 Pag. 33

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema