Bonnie Bedelia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bonnie Bedelia nel 1974

Bonnie Bedelia Culkin (New York, 25 marzo 1948) è un'attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Marian Ethel Culkin (nata Wagner), scrittrice ed editrice, e Philip Harley Culkin, giornalista[1], è sorella dell'attore Kit Culkin e la zia di Macaulay, Kieran, Dakota (morta nel 2008), Rory, Shane, Christian e Quinn.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fa il suo esordio nel mondo dello spettacolo nel 1958, con l'adattamento di George Balanchine dello Schiaccianoci, dove interpreta Clara. Continua la sua carriera in televisione, dove fra il 1961 e il 1967 ha interpretato la famosa soap opera della CBS Love of Life, nel ruolo di Sandy Porter. Ha poi preso la via di Broadway, facendo il suo debutto sulla scena teatrale affiancando Patty Duke nello spettacolo del 1962 Isle of Children vincendo poi il Theatre World Award nel 1966. Dopo un ruolo da partecipazione straordinaria in "The Unwanted", un episodio della nota serie tv americana Bonanza, nel 1969 avviene il suo debutto cinematografico: viene infatti notata da Sydney Pollack, che le offre un ruolo di secondo piano nel suo capolavoro Non si uccidono così anche i cavalli?. Bedelia è stata nominata per un Golden Globe nel 1983 per il film Il cuore come una ruota, dove interpreta una campionessa automobilistica alla guida di una Shirley Muldowney.

È stata poi, tra la fine degli anni 80 e l'inizio dei 90, Holly Gennaro McClane, la moglie di John McClane, il protagonista della serie Die Hard, interpretato da Bruce Willis, nei primi due film della saga, Trappola di cristallo e Die Hard 2, nonché l'ambigua moglie diell'avvocato procuratore impersonato da Harrison Ford in Presunto innocente, diretto da Alan J. Pakula nel 1990. La Bedelia è apparsa in due adattamenti dei romanzi di Stephen King, uno per la televisione Le notti di Salem e l'altro per il cinema Cose preziose, nel 1993, dove ha in entrambi il ruolo da protagonista femminile.

Lavora con Sidney Lumet nel 1999, nel film Gloria, remake con Sharon Stone del celebre film di John Cassavetes. Nel 2000 è protagonista con Delta Burke del film indipendente Sordid lives, diretto da Del Shore.

Attualmente è nel cast della fortunata serie televisiva Parenthood, dove ha il ruolo di Camille Braverman.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1969 al 1980 è stata sposata con lo sceneggiatore Ken Luber, da cui ha avuto due figli, Uri (1970) e Jonah (1976). Dopo un secondo divorzio dall'attore James Telfer, nel 1995 ha sposato l'attore Michael MacRae.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bonnie Bedelia Biography (1952?-)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 44496602 LCCN: n81067767