Bomboletta spray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Immagine di una bomboletta

La bomboletta spray è un contenitore, in banda stagnata o alluminio, contenente del liquido la cui espulsione avviene grazie ad un gas liquefatto che ha lo scopo di diffondere il contenuto della bomboletta sotto forma di aerosol.

L'invenzione di questo processo, risalente al 1926 si deve al chimico norvegese Erik Rotheim[1][2], che ne vendette il brevetto ad una azienda statunitense. Nel 1939 Julian Seth Kahn produsse la prima bomboletta spray.

Una delle prime applicazioni importanti dell'invenzione avvenne durante la seconda guerra mondiale, quando fu approntato uno spray destinato a diffondere l'insetticida contro gli insetti portatori della malaria.

Nel 1949 Edward Seymour introdusse per la prima volta nelle bombolette spray della vernice.[3]

Il principio di funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Il gas, compresso sino a raggiungere lo stato liquido[4], nel momento della pressione sulla valvola in materiale plastico tende ad uscire violentemente da un piccolo ugello, trascinando con sé anche la materia prima liquida con cui era stato miscelato. La parte gassosa del composto, solitamente composta da propano, butano o isobutano si dissolve nell'aria separandosi dalla parte liquida.

Inizialmente il gas più usato nelle bombolette era il freon ma, dal 1989, in tutto il mondo è stato messo al bando a causa dei danni causati dallo stesso allo strato di ozono dell'atmosfera.

Le bombolette attuali possono contenere i materiali più diversi, molto comuni sono quelle contenenti profumi, insetticidi, prodotti per la pulizia e vernice. Il fatto che contengano gas sotto pressione ne consigliano l'utilizzo con cautela e anche per quanto riguarda il trasporto sono soggette ai regolamenti relativi al trasporto di merci pericolose ADR.

L'uso della vernice in spray è una delle tecniche preferite dagli artisti dediti al graffitismo.

Al termine del ciclo di vita della bomboletta è utile conferirla alla raccolta differenziata al fine di garantire il riciclo del metallo.

Note legali[modifica | modifica wikitesto]

In Italia la vendita di bombolette spray contenenti vernici non biodegradabili ai minori di diciotto anni è punita con una sanzione amministrativa fino a 1000 euro.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ History of Science 2008: Assignment 5-Erik Rotheim
  2. ^ HowStuffWorks "How Aerosol Cans Work"
  3. ^ The History of Aerosol Spray Cans
  4. ^ In questo caso, come spesso succede nella pratica, per "gas" non si intende un fluido a temperatura superiore a quella critica, bensì un fluido allo stato gassoso, ovvero un aeriforme.
  5. ^ http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00426852.pdf

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Brevetti: