Bolo di Mende

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bolo di Mende (Mende, fl. IV secolo a.C.II secolo a.C.) è stato un alchimista, agronomo e filosofo greco antico.

Mescolò nella sua opera concetti magici orientali con filosofia e sapienza scientifica greche (soprattutto Democrito e in seconda linea Teofrasto). Scrisse sull'astrologia, sul'alchimia, sui farmaci, sulla simpatia, sull'antipatia e anche sull'agricoltura.

È anche designato con il nome di pseudo-Democrito perché ben presto parecchie sue opere circolarono, forse per intento dello stesso autore, sotto il nome del famoso filosofo; di conseguenza i suoi trattati furono falsamente attribuiti a Democrito da eruditi posteriori (ad esempio Varrone, Plinio il Giovane e Petronio)

È considerato anche un precursore dell'alchimia.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]