Bolgheri Sassicaia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bolgheri
Bolgheri Sassicaia
Bolgheri Sassicaia
Dettagli
Stato Italia Italia
Resa (uva/ettaro) 60 q
Resa massima dell'uva 78,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
12,0%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
12,0%
Estratto secco
netto minimo
21,0‰
Riconoscimento
Tipo DOC
Istituito con
decreto del
01/08/1983  
Gazzetta Ufficiale del 31/01/1984,
n 30
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

Il Bolgheri Sassicaia è un vino DOC la cui produzione è consentita in una specifica zona del comune di Castagneto Carducci[1], prodotto con almeno l'80% di Cabernet Sauvignon. Il Bolgheri Sassicaia è uno dei vini italiani più pregiati e costosi ed è prodotto esclusivamente dall'azienda Tenuta San Guido, che possiede tutti i vigneti all'interno dell'area delimitata dalla DOC.

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: rosso rubino intenso, tendente al granato con il lento invecchiamento
  • odore: ricco, elegante, maestoso
  • sapore: asciutto, pieno, robusto e armonico, con buona elegante struttura e fragile retrogusto di pesca nocchiera

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Intorno agli anni quaranta il marchese Mario Incisa della Rocchetta, grande esperto di cavalli, creatore della famosa razza Dormello Olgiata, e grande appassionato di vini francesi, importò dalla  tenuta dei Duchi Salviati a Migliarino alcune barbatelle di cabernet sauvignon e di cabernet franc[2]. La decisione di piantare questi vitigni fu in parte dovuta alla somiglianza morfologica che egli aveva notato tra la zona di provenienza denominata Graves, a Bordeaux, e quella dove avrebbe poi fatto crescere i vitigni. E fu così che il marchese piantò i vitigni all'interno della tenuta San Guido, nella Maremma livornese, ne ebbe grande cura e nel 1944 ottenne le prime bottiglie di Sassicaia. Il vino venne prodotto, inizialmente ad esclusivo uso familiare, in controtendenza con gli standard produttivi dei tempi che tendevano a privilegiare la quantità alla qualità. La prima annata commercializzata fu il 1968.

DOC proprietaria[modifica | modifica wikitesto]

Il Sassicaia detiene un primato: è il primo (e per ora unico) vino italiano di una specifica cantina, che, come succede in Francia per altri pochissimi vini celeberrimi, ha una DOC riservata appositamente[3]. Infatti, la sottodenominazione Sassicaia della DOC Bolgheri la può utilizzare esclusivamente la Tenuta San Guido per il suo vino corrispondente (questo perché Sassicaia è un cru in Bolgheri interamente di proprietà di Tenuta San Guido).

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

Particolarmente indicato per i cibi dal sapore intenso e prodotti da caccia, in particolar modo il piccione arrosto, i filetti alla bordolese, i formaggi dal sapore deciso. Consigliato anche il semplice abbinamento con qualche gheriglio di noce e fungo porcino a crudo, condito solo con poche gocce di olio di oliva e qualche intensa erba aromatica dal profumo mediterraneo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • Livorno (1994/95) 1561,7
  • Livorno (1995/96) 1170,27
  • Livorno (1996/97) 1741,56

Tabella annate[modifica | modifica wikitesto]

10 annate di Bolgheri Sassicaia

I fattori climatici nella fase vegetativa della vite (aprile-settembre) ricoprono sicuramente un ruolo fondamentale sulle caratteristiche finali del vino di una determinata annata. Tuttavia, ad essi va aggiunta anche la selezione delle uve migliori, il metodo di vinificazione e il successivo invecchiamento ed affinamento.

Tra le annate eccellenti sono da ricordare quelle del 1978, 1985, 1988, 1990, 1995, 1997 e 2004 che si avvicinano moltissimo alla perfezione; di seguito è riportata la tabella delle annate dal 1968 in poi, con le previsioni per quelle più recenti in affinamento.

Tabella delle annate del Bolgheri Sassicaia
       

Previsioni per le annate in affinamento

Legenda
  • ***** + Storica
  • ***** Eccellente
  • **** Ottima
  • *** Pregevole
  • ** Mediocre
  • * Insufficiente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Disciplinare produzione
  2. ^ http://www.tenutasanguido.com/Sassicaia.html.
  3. ^ Sito Meregalli

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]