Bolesław Wieniawa-Długoszowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bolesław Ignacy Florian Wieniawa-Długoszowski

Conte Bolesław Ignacy Florian Wieniawa-Długoszowski (Maksymówka, 22 luglio 1881New York, 1º luglio 1942) è stato un generale, diplomatico, poeta e politico polacco, la cui moglie Emma fu sorella del politico conte Eustachy Sapieha.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

L'adolescenza e gli studi[modifica | modifica sorgente]

Apparteneva ad una famiglia aristocratica polacca della szlachta, discendente del principe Eustachy Erazm Sanguszko e dai Potocki. Il conte nacque presso la proprietà della sua famiglia di Bobowa, dove passò l'infanzia e l'adolescenza, senza che gli venisse impartita nessuna educazione esclusi il maneggio delle armi, il galateo, e la storia militare europea.

Studiò al ginnasio di Leopoli e poi studiò medicina all'università della stessa città; successivamente frequentò i corsi della prestigiosa Accademia delle Belle Arti di Berlino e da lì a Parigi, dove fece parte della Związek Strzelecki di Piłsudski.

La prima guerra mondiale[modifica | modifica sorgente]

Partecipò alla prima guerra mondiale come capitano di un reggimento di cavalleria dell'esercito austro-ungarico, combattendo sotto il generale Karl von Kirchbach auf Lauterbach sul fronte orientale contro l'Impero russo. Nel 1915 venne insignito dell'Ordine Virtuti Militari e dell'Ordine Imperiale di Leopoldo.
Divenuto aiutante di campo di Piłsudski e tenente colonnello, tornato a Leopoli fu arrestato dalla polizia sovietica per aver fatto parte della Organizzazione Militare Polacca.

Il dopoguerra[modifica | modifica sorgente]

Wieniawa-Długoszowski (il secondo da destra) fotografato nel 1930 ad un incontro con Józef Beck (il secondo da sinistra), a Cracovia

Liberato, partecipò all'operazione di Vilnius e alla battaglia di Varsavia (1920) sotto il generale Leonard Skierski. In seguito a queste azioni fu promosso maggior generale e fu insignito della Legion d'onore, della Croce del Valore e della Croce dell'Indipendenza. Mal visto dai repubblicani del governo per aver sostenuto la breve vita del Regno di Polonia del 1916, fu allontanato da Varsavia e mandato come agente militare a Bucarest, sigillando la convenzione Polacco-Rumena del 1922.

Nel 1931 il presidente polacco Ignacy Mościcki lo promosse brigadier generale e gli affidò il comando generale delle truppe polacche. Fu poi sostituito dal generale Stanisław Szeptycki e inviato come ambasciatore a Roma.

Presidente per un giorno[modifica | modifica sorgente]

Fu presidente della Seconda Repubblica di Polonia dal 25 settembre al 26 settembre 1939, per un solo giorno, e quando i tedeschi invasero la Polonia, diede coraggiosamente prima l'occasione agli altri politici di fuggire in Gran Bretagna, mentre lui e il suo entourage composto dal principe Janusz Radzwill e dal conte Jan Szembek, fuggirono da Varsavia due ore prima dell'entrata delle truppe tedesche in città, riparando prima a Lisbona e poi a Londra, dove consegnò le dimissioni ufficiali da presidente al generale Sikorski.
Inizialmente il generale sostenne la candidatura del cardinale August Hlond come presidente, ma, sotto la pressione di Kazimierz Sosnkowski, passò la presidenza a Raczkiewicz.

Nominato ambasciatore del governo polacco in esilio a L'Avana e poi a New York, si suicidò buttandosi dal sesto piano di un grattacielo.

Onorificenze e decorazioni[modifica | modifica sorgente]

Polacche[modifica | modifica sorgente]

Ordine dell'aquila bianca - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'aquila bianca
Ordine di San Stanislao - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di San Stanislao
Ordine Virtuti Militari - nastrino per uniforme ordinaria Ordine Virtuti Militari

Straniere[modifica | modifica sorgente]

Ordine Imperiale di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Ordine Imperiale di Leopoldo
Ordine militare di Massimiliano Giuseppe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine militare di Massimiliano Giuseppe
Legion d'onore - nastrino per uniforme ordinaria Legion d'onore
Ordine militare di Maria Teresa - nastrino per uniforme ordinaria Ordine militare di Maria Teresa
Ordine dei Santi Cirillo e Metodio - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dei Santi Cirillo e Metodio
Croix de guerre - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre
Cavaliere dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

Controllo di autorità VIAF: 57415189