Bodies (Robbie Williams)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bodies
RobbieWilliamsBodiesVideo.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Robbie Williams
Tipo album Singolo
Pubblicazione 12 ottobre 2009[1]
Durata 4 min : 03 s
Album di provenienza Reality Killed the Video Star
Genere Pop
Etichetta EMI
Produttore Trevor Horn, Guy Chambers, Mark Ronson[2]
Registrazione 2009
Formati CD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'argento Regno Unito Regno Unito[7]
(Vendite: 200.000+)
Dischi d'oro Australia Australia[5]
(Vendite: 35.000+)
Germania Germania[6]
(Vendite: 150.000+)
Dischi di platino Svizzera Svizzera[3]
(Vendite: 20.000+)
Italia Italia[4]
(Vendite: 30.000+)
Robbie Williams - cronologia
Singolo precedente
(2007)
Singolo successivo
(2009)

Bodies è un brano musicale registrato da Robbie Williams per l'album Reality Killed the Video Star, da cui è stato estratto come primo singolo nel 2009.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Bodies è stato scritto da Robbie Williams, Brandon Christy e Craig Russo[8] e prodotto da Trevor Horn, Guy Chambers e Mark Ronson. Il brano è stato presentato in anteprima durante la trasmissione televisiva The Chris Moyles Show della BBC Radio 1, subito dopo una intervista concessa da Robbie Williams il 4 settembre 2009. Il singolo è stato invece pubblicato il 12 ottobre 2009. In contemporanea all'uscita discografica, la canzone è stata usata da Vodafone per il lancio della sua nuova campagna pubblicitaria.

Il video[modifica | modifica sorgente]

Il video musicale prodotto per Bodies è stato filmato nel deserto del Mojave e diretto dal collaboratore storico di Robbie Williams, Vaughan Arnell. È stato presentato ufficialmente il 9 settembre 2009. Nel video Robbie Williams, attraversa il deserto, dapprima in motocicletta ed in seguito in automobile, per giungere nei pressi di un aeroporto militare. Inoltre nel video appare l'attrice americana e sua moglie Ayda Field.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Promo - CD Single Chrisalys (EMI)
  1. Bodies — 4:04
CD single version[9]
  1. Bodies — 4:04
  2. Bodies (Body Double Remix) — 6:14
Digital download version[9]
  1. Bodies — 4:04
  2. Bodies (Body Double Remix) — 6:14
  3. Bodies (Fred Falke Remix) — 6:53

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica italiana[modifica | modifica sorgente]

ITA singoli
Settimana 01 02 03 04 05 06 07 08 09
Posizione
2
1
2
3
4
6
4
4
15

Classifiche internazionali[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2009) Posizione
più alta
Australia[10] 4
Austria[11] 1
Belgio (Fiandre)[12] 5
Belgio (Wallonia)[13] 2
Danimarca[14] 2
Finlandia[15] 2
Francia[16] 8
Germania[17] 1
Irlanda[18] 3
Italia[19] 1
Norvegia[20] 19
Nuova Zelanda[21] 30
Paesi Bassi Singles Chart[22] 3
Regno Unito[23] 2
Spagna[24] 16
Svezia[25] 4
Svizzera[26] 1
Ungheria[27] 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ RW.com "Bodies" release date, 4 September 2009
  2. ^ "Bodies" Producers & Writers, 5 September 2009
  3. ^ The Official Swiss Charts and Music Community
  4. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Benvenuto!
  5. ^ http://www.aria.com.au/pages/httpwww.aria.com.aupageshttpwww.aria.com.aupagesARIACharts-Accreditations-2009Singles.htm
  6. ^ Bundesverband Musikindustrie: Gold-/Platin-Datenbank
  7. ^ http://www.bpi.co.uk/certifiedawards/search.aspx
  8. ^ Italia Charts
  9. ^ a b Pre-order Bodies Now, RobbieWilliams.com, 9 ottobre 2005. URL consultato il 3 ottobre 2009.
  10. ^ (EN) Australian Recording Industry Association, Australia ARIA Singles Chart, australian-charts.com. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  11. ^ (DE) Ö3 Austria Top 40, Robbie Williams - Bodies - Austrian Charts, austriancharts.at, 23 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  12. ^ (BE) Ultratop 50, Robbie Williams - Bodies - Belgian Flanders Charts, Hung Medien, 24 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  13. ^ (BE) Ultratop 40, Robbie Williams - Bodies - Belgian Wallonia Charts, Hung Medien, 21 novembre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  14. ^ (EN) Tracklisten, Robbie Williams - Bodies - Danish Charts, danishcharts.com, 23 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  15. ^ (EN) Mitä hittiä, Finland Singles Chart, acharts.us, 14 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  16. ^ (EN) Syndicat National de l'Édition Phonographique, France Singles Chart, lescharts.com. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  17. ^ (DE) Media Control Charts, Robbie Williams - Bodies - German Charts, musicline.de, 26 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  18. ^ (EN) Irish Recorded Music Association, Ireland Singles Chart, acharts.us, 15 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  19. ^ (EN) FIMI, Robbie Williams - Bodies - Italian Charts, italiancharts.com, 22 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  20. ^ (EN) VG-lista, Norway Singles Chart, norwegiancharts.com, 20 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  21. ^ (EN) Recording Industry Association of New Zealand, New Zealand Singles Chart, charts.org.nz. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  22. ^ (NL) MegaCharts, Robbie Williams - Bodies - Dutch Charts, dutchcharts.nl, 17 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  23. ^ www.devstars.com, The Official UK Charts Company : TOP 100 SINGLES CHART, Theofficialcharts.com. URL consultato il 19 ottobre 2009.
  24. ^ (EN) Productores de Música de España, Spain Singles Chart, spanishcharts.com, 25 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  25. ^ (EN) Sverigetopplistan, Robbie Williams - Bodies - Swedish Charts, swedishcharts.com, 23 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  26. ^ (DE) Swiss Music Charts, Robbie Williams - Bodies - Swiss Charts, hitparade.ch, 25 ottobre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  27. ^ Archívum - Slágerlisták - MAHASZ - Magyar Hangfelvétel-kiadók Szövetsége
Predecessore Primo posto in classifica Successore G-clef.svg
"I Gotta Feeling" - Black Eyed Peas 12 ottobre 2009 "Ti vorrei sollevare" - Elisa feat. Giuliano Sangiorgi
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica