Bobby Riggs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bobby Riggs
Dati biografici
Nome Robert Larimore "Bobby" Riggs
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti 0
Miglior ranking 1
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros F (1939)
Regno Unito Wimbledon V (1939)
Stati Uniti US Open V (1939 1941)
Doppio1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros -
Regno Unito Wimbledon V (1939)
Stati Uniti US Open -
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
 

Bobby Riggs (Los Angeles, 25 febbraio 1918Encinitas, 25 ottobre 1995) è stato un tennista statunitense.

Dal 1941 al 1948 è stato tra le prime due posizioni in classifica, raggiungendo la testa della classifica tre volte.
Nel 1941 da amatore raggiunse la prima posizione a pari merito con Fred Perry mentre da professionista è stato in testa alla classifica da solo nel 1946 e insieme a Jack Kramer nel 1947.
Riconquistò la fama dopo diversi anni nel 1973, a 55 anni, grazie alla Battaglia dei sessi contro due fra le tenniste più forti dell'epoca.
Il match contro Billie Jean King è uno dei più famosi eventi della storia del tennis.
Jack Kramer nella sua autobiografia del 1979 definisce Riggs come il più sottovalutato tra i migliori giocatori e lo inserì tra i migliori sei tennisti della storia.
Aggiunse inoltre che Bobby Riggs al massimo della forma probabilmente sarebbe stato più forte di Pancho Gonzales.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

A 20 anni come dilettante prese parte alla Coppa Davis contribuendo alla vittoria della sua nazione grazie alla vittoria in finale contro Adrian Quist.
L'anno successivo arrivò in finale agli Internazionali di Francia ma a Wimbledon riesce a fare una tripletta vincendo il singolare maschile, il doppio maschile insieme a Elwood Cooke e il doppio misto insieme a Alice Marble.
Partecipa e vince anche gli U.S. National Championships battendo in finale Welby van Horn guadagnando la prima posizione in classifica tra gli amatori.
Nel 1940 di nuovo agli U.S. National Championships raggiunge la finale ma viene sconfitto da Donald McNeill mentre vince il doppio misto in coppia con Alice Marble.
L'anno dopo arriva in finale per la terza volta consecutiva allo slam americano e vince il secondo titolo battendo Frank Kovacs, dopo la vittoria passa tra i professionisti anche se la carriera venne interrotta dalla seconda guerra mondiale.
Da professionista vinse gli U.S. Pro Tennis Championships nel 1946 1947 e 1949. Nel 1946 in un tour contro Don Budge vinse 24 volte, venne sconfitto 22 e ci fu un pareggio; grazie a questo risultato conquistò la prima posizione in classifica.
Il tour è stato ripetuto anche l'anno successivo con la seconda vittoria di Riggs ma Budge ha subito un infortunio alla spalla destra durante un addestramento militare che ha inciso sul risultato.
Ad organizzare i due tour tra Riggs e Budge era stato Jack Harris che a metà del 1947 si accordò con Kramer per farlo passare a professionista dopo gli U.S. Championships.
Disse anche a Riggs e Budge che il vincitore degli U.S. Pro Tennis Championships avrebbe dovuto difendere il titolo contro Kramer, per il secondo anno li vinse Riggs.
Nel dicembre 1947 Kramer e Riggs iniziarono il loro tour con la prima vittoria per Riggs al Madison Square Garden di New York.
Dopo ventisei partite i due giocatori ne avevano vinte tredici a testa rimanendo così in parità ma a quel punto Kramer decise di spostarsi più verso la rete in modo da mettere in difficoltà Riggs e grazie a questa scelta vinse 56 delle successive 63 partite, il risultato finale fu di 69 a 20.
Nel 1973 Riggs vide un'opportunità per guadagnare e far conoscere di più lo sport che amava, a 55 anni ritornò in gioco per sfidare due tra le migliori tenniste dell'epoca sostenendo che il livello del tennis femminile era troppo basso per batterlo anche a quell'età, organizzando la Battaglia dei sessi.

La prima sfida fu contro Margaret Court il 13 maggio 1973, utilizzando dei drop shot e dei lobs batté l'impreparata avversaria per 6-2 6-1 ottenendo la copertina di Sports Illustrated e del Time magazine.
Originariamente Riggs aveva sfidato Billie Jean King che aveva rifiutato ma dopo l'imbarazzo per il tennis femminile causato dalla sconfitta della Court accettò la sfida per il 20 settembre 1973.
King vinse la partita per 6-4 6-3 6-3 nel match che verrà ricordato come "La battaglia dei sessi".
È stato inserito nella International Tennis Hall of Fame nel 1967.

Finali del Grande Slam[modifica | modifica sorgente]

Vinte (3)[modifica | modifica sorgente]

Anno Torneo Avversario in finale Risultato
1939 Wimbledon Stati Uniti Elwood Cooke 2-6, 8-6, 3-6, 6-3, 6-2
1939 U.S. Championships Stati Uniti Welby Van Horn 6-4, 6-2, 6-4
1941 U.S. Championships (2) Stati Uniti Francis Kovacs 5-7 6-1 6-3 6-3

Perse (2)[modifica | modifica sorgente]

Anno Torneo Avversario in finale Risultato
1939 Internazionali di Francia Stati Uniti Don McNeill 5-7, 0-6, 3-6
1940 U.S. Championships Stati Uniti Don McNeill 6-4, 8-6, 3-6, 3-6, 5-7

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Deford, Frank; Kramer, Jack (1979). The Game: My 40 Years in Tennis. New York: Putnam. ISBN 0-399-12336-9.
  • Tennis Is My Racket, by Bobby Riggs, 1949, New York
  • McGann, George; Riggs, Bobby (1973). Court hustler. Philadelphia: Lippincott. ISBN 0-397-00893-7.
  • Tom LeCompte, "The 18-Hole Hustle," American Heritage Magazine, August/September 2005 Volume 56, Issue 4.
  • Tom Lecompte (2003). The Last Sure Thing: The Life & Times of Bobby Riggs. Black Squirrel Publishing. ISBN 0-9721213-0-7.
  • Selena Roberts (2005). A Necessary Spectacle: Billie Jean King, Bobby Riggs, and the Tennis Match That Leveled the Game. [New York]: Crown. ISBN 1-4000-5146-0.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 116874388 LCCN: no98067749