Bobby Brown (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bobby Brown
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rhythm and blues
New jack swing
Rap
Pop
Dance
Periodo di attività 1978 – in attività
Etichetta Interscope Records
Album pubblicati 7
Studio 5
Raccolte 2

Robert Barisford Brown in arte Bobby Brown (Boston, 5 febbraio 1969) è un cantante, compositore, attore e ballerino statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver fatto parte della boy band New Edition, Bobby Brown comincia la propria carriera da solista nel 1986, ed ebbe una serie di singoli nella top 10 nella Billboard Hot 100, che culminò con la vittoria di un Grammy Award. È stato uno dei pionieri del new jack swing, un genere musicale che fonde l'hip hop con l'R&B. Il suo secondo album Don't Be Cruel, include successi come My Prerogative.

Brown è stato sposato dal 1992 con la celebre cantante e regina del pop Whitney Houston, dalla quale ha avuto una figlia, Bobbi Kristina Brown nel 1993. Nel corso degli anni i problemi legati alla giustizia ed all'abuso di sostanze stupefacenti hanno finito per oscurare la sua carriera musicale. Nel 2003, Brown è stato arrestato con diverse accuse, fra le quali anche i maltrattamenti della moglie Whitney Houston (i due hanno poi divorziato nel 2006). All'indomani della morte di Whitney Houston, diversi giornali hanno sostenuto la responsabilità di Brown nell'entrata della Houston nel tunnel della droga.[1][2][3]

Nel 2005, Brown ha prodotto un proprio reality show, Being Bobby Brown. La serie andata in onda per 13 episodi, è concentrata sulla vita personale di Brown nel corso di sei mesi. Nel 2008 Brown ha partecipato come concorrente anche nel reality show Gone Country.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Brano Massima posizione Certificazione
(RIAA)
Album
US Hot 100 US R&B US Dance UK singles
1986 Girlfriend 57 1 - - - King of Stage
1987 Girl Next Door - 31 - - -
1988 Don't Be Cruel 8 1 - 13 - Don't Be Cruel
My Prerogative 1 1 71 6 Oro
1989 Roni 3 2 1 21 Oro
Every Little Step 3 1 17 6 Oro
On Our Own 2 1 15 4 Platino Ghostbusters II (soundtrack)
Rock Wit'cha 7 3 - 33 Oro Don't Be Cruel
1990 She Ain't Worth It (con Glenn Medeiros) 1 43 - 12 - Glenn Medeiros
1992 Humpin' Around 3 1 15 19 Oro Bobby
Good Enough 7 5 - 41 Oro
1993 Get Away 14 3 3 - -
That's the Way Love Is 57 9 31 56 -
Something in Common (con Whitney Houston) - - - 16 -
1994 Two Can Play That Game - - - 38 -
1995 Two Can Play That Game (remix) - - - 3 - Remixes n the Key of B
Humpin' Around (remix) - - - 8 -
My Prerogative (remix) - - - 17 -
1996 Every Little Step (remix) - - - 25 -
1997 Feelin' Inside - 42 - 40 - Forever
2002 Thug Lovin' (Ja Rule featuring Bobby Brown) 42 16 10 15 - The Last Temptation
2006 Beautiful (Damian Marley featuring Bobby Brown) - - - 39 - Welcome to Jamrock
2010 Real Love (Macy Gray featuring Bobby Brown) - - - - - The Sellout

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Film TV[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Morta Whitney Houston/ Mangiarotti: rovinata dall'ex marito Bobby Brown, era una donna fragile, ilsussidiario.net, 12 febbraio 2012. URL consultato il 16 aprile 2012.
  2. ^ Andrea Laffranchi, Whitney, la voce d'oro che piaceva a tutti, Corriere.it, 12 febbraio 2012. URL consultato il 16 aprile 2012.
  3. ^ Angelo Aquaro, E' morta Whitney Houston la regina e il corpo del pop, Repubblica.it, 12 febbraio 2012. URL consultato il 16 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 50727875