Bob Wills

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bob Wills
Fotografia di Bob Wills
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Country
Periodo di attività 1929-1969

James Robert "Bob" Wills (Kosse, 6 marzo 1905Fort Worth, 13 maggio 1975) è stato un musicista e cantante statunitense. Pioniere della country music, insieme al suo gruppo, i Texas Playboys, è stato riconosciuto come uno dei musicisti più influenti di tale genere[1][2].

James Wills meglio conosciuto come Bob Wills è considerato un importante autorità in campo musicale, e co-fondatore del genere conosciuto come Western swing; è universalmente noto con il soprannome di King of Western Swing[3][4] [5].

Nel 1968 fu introdotto nella Country Music Hall of Fame e ottenne gli onori del Senato del Texas per il suo grande contributo alla musica americana[6]. Nel 1999 fu introdotto nella Rock and Roll Hall of Fame.

Nel comporre la hit Maybellene la celebre star del rock and roll, Chuck Berry, si ispirò a un brano di Bob Wills dal titolo Ida Red[7][8].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nacque in una fattoria vicino a Kosse, Texas[9], a Limestone County, vicino a Groesbeck. Sua madre si chiamava Emma Lee Foley, e suo padre John Tompkins Wills[10]; quest'ultimo era un musicista molto dotato nel suonare il violino[11], così come buona parte della famiglia Wills, i quali alternavano l'attività musicale a la raccolta di cotone nei campi per sopravvivere.Wills non imparò la musica tradizionale soltanto dalla propria famiglia, ma anche dai canti dei neri che lavoravano nella piantagione vicino a Lakeview[12].

Inizio carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1929, Wills si unì a un medicine show a Fort Worth, dove suonava il violino. Durante una performance, incontrò il chitarrista Herman Arnspiger, e i due formarono un duo chiamato "The Wills Fiddle Band". Suonarono per le stazioni radio attorno a Fort Worth. Durante un esibizione, incontrarono il cantante Milton Brown, il quale si unì alla band. Presto, il fratello chitarrista di Brown si unì al gruppo, così come Clifton Johnson, un suonatore di banjo.

Nel 1931 fondarono i "The Light Crust Doughboys", e nel 1932 Brown fu sostituito da Tommy Duncan. Nella tarda estate del 1933, Wills lasciò la band in seguito a problemi interni, e Duncan lo seguì.

The Texas Playboys[modifica | modifica wikitesto]

Wills e Duncan formarono così i "The Playboys", con Wills al violino, Duncan al piano e voce, June Whalin alla chitarra, Johnny Lee Wills al banjo, e Kermit Whalin alla steel guitar e basso. Per tutto l'anno successivo, i Playboys si esibirono in varie stazioni radio, finché non trovarono un ingaggio a Tulsa, all KVOO[13].

A Tulsa i Texas Playboys resero più raffinato il loro suond, e al gruppo si unirono altri strumentisti, come Leon McAuliffe alla steel guitar, Al Stricklin al piano, Smokey Dacus alla batteria, e una sezione di corni. Presto la band divenne molto popolare, e nel 1935 incise per la prima volta per l'etichetta American Recording Company. Furono rilasciati una serie di 78 giri di grande successo, tra i quali spiccava "Steel Guitar Rag" del 1936, divenuto in breve tempo uno standard per la chitarra rag. Seguirono anni di successi per la band.

Ultimi anni e Morte[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1962, Wills ebbe il primo attacco di cuore, che lo debilitò temporaneamente. Nel 1964 ebbe un secondo attacco di cuore, e decise di lasciare i Playboys per diventare un solista. Le sue registrazioni come solista furono effettuate a Nashville, e non ottennero successo, a differenza delle sue esibizioni dal vivo.

Passarono gli anni, e nel 1972 ci fu una reunion dei Playboys, che sfociò l'anno dopo nella registrazione di un album. Durante il periodo di registrazione, Wills soffrì di un ennessimo attacco nel cuore della notte, che lo fece cadere in coma. I Texas Playboys finirono di registrare il disco senza di lui.

Wills non riprese mai più conoscienza, e morì nel maggio del 1975, in ospedale. Fu seppellito a Tulsa.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Fu introdotto nella Country Music Hall of Fame nel 1968.
  • Fu introdotto nella Nashville Songwriters Hall of Fame nel 1970.
  • Fu introdotto nella Rock and Roll Hall of Fame tra le Early Influence nel 1999, insieme ai "The Texas Playboys".
  • Ricevette il Grammy Lifetime Achievement Award nel 2007.
  • Fu posizionato nel 2003 al numero 27 nella lista di Country Music Television dei 40 più grandi interpreti maschili di musica country.
  • Il Bob Wills Birthday Celebration è una manifestazione che si svolge ogni anno in marzo a Tulsa, per festeggiare l'anniversario della sua nascita.
  • Nel 2004 fu rilasciato un documentario su di lui, dal titolo "Fiddlin' Man: The Life And Times Of Bob Wills".
  • Nel 2011 fu rilasciato un album tributo per Wills, dal titolo "What Makes Bob Holler: A Tribute To Bob Wills And His Texas Playboys".
  • Nel 2011 la legislatura del Texas adottò il Western Swing come musica ufficiale dello stato del Texas[14][15].
  • Nel 2014 è stato annunciato un film documentario sulla sua vita, dal titolo "Still the King. Bob Wills: The Man. The Music"[16].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Year Album Billboard (country) Label
1960 Together Again (w/ Tommy Duncan) Liberty
1961 A Living Legend
1961 Mr. Words & Mr. Music (w/ Tommy Duncan)
1963 Bob Wills Sings And Plays
1965 Bob Wills Keepsake Album No. 1 Longhorn
1966 From The Heart Of Texas 33 Kapp
1967 King Of Western Swing 43
1968 Here's That Man Again 24
1974 For The Last Time 28 United Artists
1975 The Best Of Bob Wills Vol. II 36 MCA
1976 Remembering...The Greatest Hits Of Bob Wills 46 Columbia
Bob Wills And His Texas Playboys In Concert 44 Capitol
1977 24 Great Hits By Bob Wills And His Texas Playboys 39 MGM

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Year Single US Country Label
1935 "Osage Stomp (Rukus Juice Shuffle)" Vocalion 03096
"Good Old Oklahoma" Vocalion 3086
"Spanish Two Step" Vocalion 03230
"I'm Sitting On Top Of The World" Vocalation 20473
" Maiden's Prayer" Vocalion 3139
1936 "Wang Wang Blues" Vocalion 03173
"Steel Guitar Rag" Vocalion 03394
"Right Or Wrong" Vocalion 03451
1937 "Playboy Stomp" Vocalion 03763
"I'm A Ding Dong Daddy From Dumas" Vocalion 03659
1938 "Maiden's Prayer" Vocalion 03924
"Ida Red" Vocalion 05079
"San Antonio Rose" Vocalion 04755
"Beaumont Rag" Vocalion 04999
1940 "Corrine, Corrina" OKeh 06530
"New San Antonio Rose" OKeh 6894
"Time Changes Everything" OKeh 05753
1941 "Maiden's Prayer" OKeh 06205
"Take Me Back to Tulsa" OKeh 06101
"My Life's Been A Pleasure" OKeh 06676
"Cherokee Maiden" OKeh 06568
"Dusty Skies" OKeh 06598
1942 "If You're From Texas" OKeh 6722
"Let's Ride With Bob" OKeh 6692
1943 "Home In San Antone" OKeh 6710
1944 "New San Antonio Rose" 3 OKeh 5694
"We Might As Well Forget It" 2 OKeh 6722
"You're From Texas" 2
1945 "Smoke On The Water" 1 OKeh 6736
"Hang Your Head In Shame" 3
"Stars and Stripes on Iwo Jima" 1 OKeh 6742
"You Don't Care What Happens To Me" 5
"Texas Playboy Rag" 2 Columbia 36841
"Silver Dew on the Blue Grass Tonight" 1
1946 "White Cross on Okinawa" 1 Columbia 36881
"New Spanish Two Step" 1 Columbia 16966
"Roly Poly" 3
"Stay a Little Longer" 2 Columbia 37097
"I Can't Go On This Way" 4
1947 "I'm Gonna Be Boss From Now On" 5 Columbia 37205
"Sugar Moon" 1 Columbia 37313
"Bob Wills Boogie" 4 Columbia 37357
1948 "Bubbles in My Beer" 4 MGM 10116
"Keeper Of My Heart" 8 MGM 10175
"Texarkana Baby" 15 Columbia 38179
"Thorn In My Heart" 10 MGM 10236
1950 "Ida Red Likes The Boogie" 10 MGM K10570
"Faded Love" 8 MGM K10786
"'Tater Pie" MGM 10836
1960 "Heart To Heart Talk" (w/ Tommy Duncan) 5 Liberty 55260
1961 "The Image Of Me" (w/ Tommy Duncan) 26 Liberty 55264
1976 "Ida Red" (re-release) 99 Vocalion 05079

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.twin-music.com/lists/40men.html
  2. ^ www.allmusic.com/artist/bob-wills-mn0000074970/biography
  3. ^ http://online.wsj.com/news/articles/SB123430049028669793?mg=reno64-wsj&url=http%3A%2F%2Fonline.wsj.com%2Farticle%2FSB123430049028669793.html
  4. ^ Wolff, Country Music, "Big Balls In Cowtown: Western Swing From Fort Worth To Fresno", p. 29: If any single person deserves to be considered the 'father' of western swing, it must be Bob Wills."
  5. ^ West, "Trails And Footprints", p. 39: "Snyder [Texas] hosts the West Texas Western Swing Festival ('Come Fiddle Around in Snyder'), recognizing the regional origins of the father of western swing, Bob Wills, from Turkey (a bit more than a hundred miles due north in Hall County) ..."
  6. ^ 82(R) SCR 35 - Enrolled version - Bill Text
  7. ^ "Bob Wills". Famoustexans.com. 1975-05-13. Retrieved 2010-05-02.
  8. ^ Chet Flippo (2006-07-13). "News : NASHVILLE SKYLINE: Two Country Giants Get Musical Tributes". CMT. Retrieved 2010-05-02.
  9. ^ San Antonio Rose: The Life And Music Of Bob Wills. Charles R. Townsend. 1976. University of Illinois. p. 1. ISBN 0-252-00470-1.
  10. ^ "Ancestry of Bob Wills". Wargs.com. Retrieved 2010-05-02.
  11. ^ Milton Brown and the Founding of Western Swing. Cary Ginell. 1994. University of Illinois Press. ISBN 0-252-02041-3.
  12. ^ San Antonio Rose: The Life And Music Of Bob Wills. Charles R. Townsend. 1976. University of Illinois. p. 4. ISBN 0-252-00470-1.
  13. ^ scheda di Bob Wills su allmusic.com
  14. ^ John P. Meyer, "Texas legislates an official state music: Western swing", Pegasus News, May 24, 2011.
  15. ^ Senate Concurrent Resolution No. 35 (2011)
  16. ^ Jerry Woofard, "OKPOP museum starts fundraising for Bob Wills documentary", Tulsa World, February 9, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]