Bob Black

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bob Black, pseudonimo di Robert Charles Black Junior (Detroit, 4 gennaio 1951), è un avvocato e scrittore statunitense, di ispirazione anarchica.

Ha scritto The Abolition of Work and Other Essays (Il Rifiuto del Lavoro), Beneath the Underground, Friendly Fire, Anarchy After Leftism e numerosi altri saggi politici.

All'inizio degli anni settanta Bob Black fu uno dei primi a sviluppare le idee chiamate Post-left anarchy. Il suo stile letterario è diretto e il suo pensiero è indirizzato contro molte delle "vacche sacre" della "sinistra".

Insoddisfatto dell'ideologia socialista, e dopo aver scoperto l'anarchismo, Black ha speso gran parte della sua energia analizzando le tendenze autoritarie all'interno di gruppi apparentemente "anti-autoritari" .

La sua opera principale, Il rifiuto del lavoro, individua nell'industrialesimo la causa dell'instaurarsi di relazioni "sempre" gerarchiche (tesi ripresa da Noam Chomsky trent'anni dopo). Bob Black focalizza una reciprocità, una mutualità tra capitalismo e comunismo, che ha trovato in seguito una conferma nel simultaneo declino della "fabbrica" a favore dei "compound", e delle ideologie a favore dei movimenti.

"Tempo libero" è un eufemismo per chi intende il lavoro come un mero fattore di produzione. Infatti, in una logica "industriale" non solo trasporti te stesso da o verso il luogo di lavoro a tue spese, ma ti assumi anche la responsabilità primaria per la tua manutenzione e riparazione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 66301569 LCCN: no2008189595

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie