Bo Burnham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bo Burnham alla Case Western Reserve University di Cleveland, nel 2009

Robert Pickering Burnham, meglio noto come Bo Burnham (Hamilton, 21 agosto 1990), è un comico, cantautore, musicista e attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il più giovane di tre figli, Burnham si è diplomato alla St. John's Preparatory School di Danvers nel 2008, e frequenta la Tisch School of the Arts dell'Università di New York.

Ha raggiunto notorietà con i suoi video su YouTube, scrivendo canzoni comiche e satiriche politicamente scorrette.[1][2]

Nel 2008 ha firmato un contratto di quattro dischi con Comedy Central Records e ha pubblicato il suo EP di debutto, Bo Fo Sho. L'anno successivo è uscito il suo primo album vero e proprio, Bo Burnham. Nel 2010 è invece stato pubblicato il secondo album di Burnham, intitolato Words Words Words come il suo primo spettacolo comico dal vivo, che è stato trasmesso Comedy Central nello stesso anno. Il suo terzo album e secondo spettacolo comico, What., è stato pubblicato nel 2013 sul suo canale YouTube e su Netflix.

Oltre alla sua carriera da comico e musicista, nel 2013 Burnham ha co-ideato e interpretato la serie televisiva Zach Stone Is Gonna Be Famous trasmessa da MTV e ha pubblicato un libro di poesie intitolato Egghead: Or, You Can't Survive on Ideas Alone.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 2008 – Bo Fo Sho (EP)
  • 2009 – Bo Burnham (CD/DVD)
  • 2010 – Words Words Words (CD/DVD)
  • 2013 – What. (CD/DVD)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Adam Graham, YouTube star Bo Burnham mixes raps, laughs, The Detroit News, 28 ottobre 2010. URL consultato il 28 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2010).
  2. ^ (EN) Bo Burnham YouTube Channel, YouTube, 8 gennaio 2014. URL consultato l'8 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2014).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]