Blu Patentato V

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blu Patentato V
Patentblau V.svg
Nome IUPAC
[4-(α-(4-dietilaminofenil)-5-idrossi- 2,4-disolfofenil-metiliden)-2,5-cicloesadien-1-iliden] dietil-ammonio
Abbreviazioni
E131
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C27H31N2NaO7S2 (sale di sodio)
C54H62CaN4O14S4 (sale di calcio)
Massa molecolare (u) 582,66 (sale di sodio)
1159,42 (sale di calcio)
Aspetto polvere viola
Numero CAS [20262-76-4]
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

Il Blu Patentato V, o E131, è un colorante alimentare sintetico di colore blu scuro. È un sale interno del composto di sale di sodio (CAS: 20262-76-4) o di calcio (CAS: 3536-49-0) del [4-(α-(4-dietilaminofenil)-5-idrossi- 2,4-disolfofenil-metilidene)-2,5-cicloesadien-1-ilidene] dietil-ammonio idrossido. L'aspetto è di una polvere violastra molto solubile in acqua.

Uso[modifica | modifica sorgente]

È usato in vari prodotti alimentari, come per esempio nelle uova alla scozzese e nei ghiaccioli al gusto di anice.

Medicina[modifica | modifica sorgente]

In medicina il blu patentato V è usato nella linfangiografia come colorante dei linfociti.

Patologie[modifica | modifica sorgente]

Può causare reazioni allergiche, con sintomi dal prurito simile all'urticaria alla nausea, ipotensione. In rari casi causa shock anafilattici. All'interno del corpo può accoppiarsi alle proteine e funziona come liberatore di istamina. Non è raccomandato ai bambini.

Permessi[modifica | modifica sorgente]

Il Blu Patentato V è proibito in Australia, Stati Uniti e Norvegia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 30.01.2011