Bloods

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Bloods sono una fra le maggiori bande di strada nate a Los Angeles (California) negli anni settanta.

I membri si riconoscono per l'utilizzo ricorrente del colore rosso nel loro abbigliamento (bandane, camicie, scarpe); il simbolo di riconoscimento della gang è la lettera B formata con le dita e la parola "blood", formata utilizzando entrambe le mani. I Bloods contano al loro interno diversi sotto gruppi, chiamati "sets" o "tres" (trays), che si differenziano fra loro per i colori dei vestiti e le attività praticate. Fin dalla loro nascita, i Bloods si sono estesi per tutti gli Stati Uniti e sono arrivati anche in paesi europei come l'Inghilterra, la Francia, la Germania e l'Italia.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il simbolo dei Bloods fatto con le mani

I Bloods nascono inizialmente come confederazione criminale tra bande di strada losangeline: Bishops, ragazzi di Athens Park e Piru Street Boys, minacciate dall'espansione a macchia d'olio dei Crips, una delle bande di strada storiche di South Los Angeles, che a partire dal 1971 decise di conquistare le periferie della metropoli forte del proprio potere.

I Piru erano inizialmente alleati dei Crips ed erano nativi di Compton, ma dopo che i Crips presero potere anche lì, la banda decise di unirsi ai Bloods, che divennero in seguito i più noti rivali dei Crips e la cui faida che persiste ancora oggi, ha portato all'uccisione di centinaia di affiliati da ambedue le parti.

Bloods e panorama hip hop[modifica | modifica wikitesto]

I Bloods sono passati nella storia anche grazie al fatto che diverse persone affiliate loro in passato diventarono in seguito cantanti rap, portando sullo scenario nazionale anche la situazione di disagio dei luoghi di provenienza. Tra questi si possono citare: The Game, il quale fece parte della banda Cedar Block Pirus[3][4], il cantante e produttore DJ Quik, nativo di Compton, il quale fece parte dei Tree Top Piru Bloods[5][6] e la crew dei Dipset, la quale si è dichiarata affiliata anche nel presente ai Bloods. Si è invece parlato a lungo dei legami tra Suge Knight, proprietario della Death Row Records, e i Bloods, anche in relazione al fatto che Knight assunse diversi membri della banda come personale di servizio e sicurezza nell'etichetta[7].

Nel 1995, il produttore losangelino Ron "Ronnie Ron" Phillips produsse l'album di debutto dei Damu Ridas, un gruppo rap costituito da alcuni membri dei Denver Lane Bloods e dei Crenshaw Mafia Gang.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maxson, Cheryl L., Gang Members on the Move in Juvenile Justice Bulletin, U.S. Dept. of Justice, ottobre 1998.
  2. ^  Prem. . NPS, Amsterdam, 22 febbraio 2007
  3. ^ Aftermath.com, Game Life Story, 2005.
  4. ^ Straight outta' Compton, again...: The next generation Nigga With Attitude!, 14 giugno 2007.
  5. ^ Ben Quiñones, Quik as F**k, LA Weekly, 29 settembre 2005.
  6. ^ Rap History, 14 giugno 2007.
  7. ^ Anthony Bruno, The Murders of gangsta rappers Tupac Shakur and Notorious B.I.G. in Crime Library, Court TV.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]